martedì 31 marzo 2015

Teaser Tuesday #116

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Isabella approfittò di quelle direttive per scegliere la banca fiorentina di Lorenzo de' Medici detto il Popolano, sulla cui collaborazione poteva contare, sia perchè padrino di Eleonora, sia perchè ostile al Valentino, la cui rete insidiosa minacciava anche Firenze.
Potè così scrivere al Borgia di aver trovato difficoltà a ottenere la garanzia senza pegno, "e questo non per poco credito del signor Marchese, ma per conservare lo stile della banca", che avrebbe perso clienti se avessero saputo che si davano garanzie per una tale somma senza pegni adeguati. "E non è da farne prova altrove" aggiungeva "perchè in ogni luogo si avrebbe questo rispetto."
Circa i pegni richiesti, "non prendono se non argenti e gioielli. Di argenti, sa bene che non vi è Signore in Italia che ne abbia per tale somma, et anche avendola non sarebbe onesto che in questi tempi alcun Signore se ne privasse mettendolo per tanto tempo in una banca, che nel frattempo per guerre o per debiti privati potrebbe fallire". Quanto ai gioielli, dichiarava senza mezzi termini: "Anche se ne abbiamo per molta maggiore somma, non accetteremmo mai di esserne prive nel fiore della nostra gioventù, perchè non godendoli in questi dieci o dodici anni, manco li godremmo poi, approssimandoci alla vecchiaia".
 - La Signora del Rinascimento: vita e splendori di Isabella d'Este alla corte di Mantova, Daniela Pizzigalli

lunedì 30 marzo 2015

Castelli d'Italia #103


La rocca di Spoleto,  o Albornoziana, si trova in Umbria. Fu costruita dal 1359 al 1370 con l'intento di essere sia una potente fortezza che una dimora elegante per i governatori di Spoleto. Durante il pontificato di Alessandro VI la rocca doveva essere il principale baluardo delle fortificazioni della Chiesa, e nel corso degli anni essa ospitò molti Papi, oltre che ospiti illustri, tra cui Lucrezia Borgia.
Dopo il 1500 il castello iniziò a perdere di importanza, al punto che dal 1764 non fu più abitazione dei governanti della città, e dal 1817 al 1982 fu utilizzato come carcere.
Dal 2007, a seguito di un lungo periodo di restauro, la rocca ospita la sede permanente del Museo nazionale del Ducato di Spoleto.

mercoledì 25 marzo 2015

martedì 24 marzo 2015

Teaser Tuesday #115

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Baron Ether is old. He lost an eye fighting Paragon, and replaced it with a mechanical device of his own construction. Whatever gave him his original superpowers has moslty faded, except in the eloganted shape of his skull and a coal-like glow behind his remaining eye. He's an old man - no one really knows how old - and he's been a villain a long, long time. He started out robbing railroads. He fought Victorian adventurers and American whiz kids, wore a mustache and carried a trick cane whose jeweled head bulged with concealed gadgetry.
In the late 1940s, he came to America and founded the first League of Evil. He fought the Super Squadron long before I did, even cruised the timestream and fought the SS three thousand centuries from now. One time, he threw in with his own alternate-dimensional self to steal a fortune in gold, only to cheat his double out of the proceeds. Classic
In the fifties, he blazed a trail of infamy. He did it all, robbed the Freedom Force of their memory, swapped bodies with them, cloned himself. Lost one set of power and gained another, was set adrift in time and spent six years in the Cretaceous before building his own time machine. He came back from that one twenty years younger, a side effect of the chronon particles.
In the sixties he reinvented himself again as a Mephistophelian master of illusion, and stayed out of prison for a while. As recently as 1978, they thought they'd seen the last of him, when a stolen space shuttle disappeared into the void, outbound from the plane of the ecliptic at a perilous angle. But a year later he returned, only to be defeated again in the waning days of Carter presidency. But he never lost his penache - by the end, he was using hardware with gears and brass fittings against mutants with fusion-powered hardware.
 - Soon I will be invincible, Austin Grossman

lunedì 23 marzo 2015

Castelli d'Italia #102


Il castello Orsini (o di Nerola) si trova in provincia di Roma. Si suppone sia stato costruito tra il X e l'XII secolo, ma le prime informazioni sicure risalgono al 1235, dove la sua proprietà viene attribuita agli Orsini. In seguito passò alla famiglia Della Rovere, poi ai Barberini e infine ai Colonna.
Fu anche rifugio dei garibaldini nel 1867.
Nel XX secolo è stato comprato dalla società CA.DI., che lo ha restaurato ed adibito ad attività culturali.

domenica 22 marzo 2015

A me le guardie!


A me le guardie!, di Terry Pratchett.

Terry Pratchett è morto e non c'è molto da dire quando muore il tuo autore preferito, quello che non ha solo scritto libri che apprezzavi ma che senti abbia un po' influito nel modo in cui guardi il mondo.
Vi lascio il tributo di xkcd, che ha centrato in pieno come Sir Terry Pratchett facesse sentire i suoi lettori.


mercoledì 18 marzo 2015

Comics Experience #9: Thor 157


In questo numero la saga dell'assurdo vedrà la fine. Non era ovviamente ovvio che a Il Seme di Galactus bastasse un solo capitolo per tirare le somme e chiudere la storia?

martedì 17 marzo 2015

Teaser Tuesday #114

Ieri ho saltato Castelli d'Italia, ma non per esaurimento castelli: semplicemente mi è capitata a sorpresa una di quelle giornate che te le raccomando, che quando ho rimesso piede in casa è stato giusto per cambiarmi le scarpe e andare a vedere Cenerentola (che, con la partita e la pioggia a Firenze è stata un'impresa non da poco: quaranta minuti e passa per arrivare al cinema). Breve recensione del film: se siete in dubbio guardatelo a casa. Bei vestiti, belli e adeguati gli attori, ma è il cartone con attori in carne ed ossa. Cosa che sottolinea tantissimo quanto Cenerella sia completamente fuori di testa a parlare con topi e animali vari.
E adesso andiamo con la rubrica odierna: Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Joshua watched worlds pass like the turning pages of a picture book. And, heading steadily geographical west, they passed a boundary marker of their own: the Ural mountains, a north-west band of crumpled landscape that endured across most of the worlds.
But the worlds were different now. Both Ice Belt and Mine Belt were far behind them. Now the Earths below were Corn Belt worlds, as the Americans scouts and trek captains like to call them: rich, warm worlds, and at least in North America covered with grassland and prairie littered with familiar-looking animal. Worlds ripe for farming. The Earth below numbered over a hundred thousand on Lobsang's earthometer. It took trekkers nine months to come out as far as this, on foot. The airship had made it in four days.
 - The Long Earth, Terry Pratchett e Stephen Baxter

sabato 14 marzo 2015

Il traditore di Kerry


Il traditore di Kerry, di Lynn Flewelling.

Non capisco perchè, nell'edizione italiana, è stato dato tanto peso a Kerry: non è un posto importante per la trama, è giusto lo sputo di terra in cui è nato Alec e non ci sono mai tornati.
Potevo capire nei primi due libri: Alec viene da Kerry, ed è un arciere, ma qui? Alec non è un (o 'il') traditore. E dirlo è uno spoiler tanto quanto dire che, nell'Odissea, Ulisse non è una donna.
Spoiler free sul libro in questione, ma spoiler sui precedenti.

giovedì 12 marzo 2015

AT LAST, SIR TERRY, WE MUST WALK TOGETHER.


Sapevo che questo giorno sarebbe arrivato, eppure quando ho letto la notizia ho sentito lo stesso la pugnalata al cuore, e ancora non sono riuscita a dirlo a parole. Credo che se lo facessi mi metterei a piangere, anche se non ho mai incontrato Terry Pratchett e lui non ha mai saputo che esisto.

Terry Pratchett è morto oggi all'età di 66 anni, dopo una lotta contro l'Alzheimer durata sette anni. Una lotta che sapeva di non poter vincere, ma che ha portato avanti con grande dignità.

Addio, Terry Pratchett, e grazie per i tuoi libri. Hai dato le parole più belle a pensieri che neanche sapevo di avere.

mercoledì 11 marzo 2015

Akatsuki no Yona #5


Lato positivo: dopo l'approfndimento sul passato dei protagonisti si torna nel presente. Lato negativo: Yona è ancora un peso morto.

martedì 10 marzo 2015

Teaser Tuesday #113

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Al Bibliotecario sembrava abbastanza logico che, essendoci corridoi dove le scansie si trovavano all'esterno, dovessero esserci altri corridoi nello spazio fra i libri stessi, creati da increspature quantiche per il mero peso delle parole. C'erano sicuramente strani suoni che provenivano dall'altra parte di determinate scansie, e il Bibliotecario sapeva che, se avesse delicatamente tirato fuori paio di libri, si sarebbe trovato a guardare in differenti biblioteche poste sotto diversi cieli.
I libri deformano lo spazio e il tempo. Un motivo per cui i proprietari dei sopracitati negozietti angusti e disordinati di libri usati sembrano sempre un po' fuori dal mondo è che molti di essi in effetti lo sono, essendo scivolati in questo mondo dopo avere svoltato nel punto sbagliato nelle loro librerie, in mondi in cui è pratica comune nel commercio indossare sempre pantofole di flanella e aprire il negozio soltanto quando se ne ha voglia. Ci si inoltra nello spazio-B a proprio rischio e pericolo.
Bibliotecari molto anziani, tuttavia, una volta dimostratisi capaci di eseguire valorosi atti di bibliotecarismo, vengono ammessi in un ordine segreto ed edotti nella cruda arte della sopravvivenza al di là Delle Scansie che Conosciamo.
 - A me le guardie!, Terry Pratchett

lunedì 9 marzo 2015

Castelli d'Italia #101


Il castello di Monterone si trova in Umbria, in provincia di Perugia. Nonostante vi siano prove che il luogo fosse abitato sin dal III secolo a.C. le origini del castello risalgono al XIII secolo, quando viene per la prima volta nominato in un documento. Fino al 1312 pare che il castello abbia avuto a che fare con i Templari, che lì vicino avevano una sede, e la leggenda vuole che vi fossero passaggi segreti che li collegavano, mentre durante il medioevo venne utilizzato come torre di avvistamento.
Dopo il 1929 il castello conobbe un periodo di abbandono, dovuto alla morte del proprietario e alla Seconda Guerra Mondiale, ma è stato restaurato completamente.

venerdì 6 marzo 2015

In my mailbox #10

Dopo essere stata una brava bambina per tre mesi è giunto il momento di tornare alle vecchie abitudini.
Ecco i disclaimer: rubrica creata da Kristi di The Story Siren, e passiamo ai nuovi arrivi.
La piramide.

giovedì 5 marzo 2015

Dragon Ball Z: Light of Hope


Avevo accennato tempo fa a questo progetto: una web serie live action su Dragon Ball Z, ossia una di quelle cose che uno aspetta con ansia e terrore.
Allora si era trattato di un piccolo fangirl-rant, dovuto all'affetto che nutro per l'anime e per il manga, mentre stavolta sarà un lungo fangirl-rant.
Perchè l'episodio pilota è stato finalmente caricato su youtube e perchè voi sapete quanto ami le digressioni.
La serie prende spunto dallo speciale La storia di Trunks, che è esattamente quello che dice il titolo. È anche il mio lungometraggio preferito di Dragon Ball Z perchè più cupo e drammatico, e la me stessa preadolescente aveva una cotta mostruosa per Trunks.
Credo anche che sia uno di quelli che più si presta ad un'adattamento live action: si resta sulla Terra, le trasformazioni si limitano a Super Saiyan di primo livello, i personaggi sono pochi (Gohan, Trunks, Bulma, C17, C18) la storia è dark/triste e - soprattutto - breve.
Ovviamente i dubbi del caso ci sono stati tutti: Dragon Ball è difficile da adattare, ci sono un sacco di cose che fuori dal mondo dell'animazione sono - francamente - cretine, e non si può non parlare di Dragon Ball Evolution, uno dei peggiori film tratti da fumetti della storia del cinema nonchè uno dei peggiori film della storia del cinema.
Se Hollywood con non so quanti milioni di dollari ha fallito, può un gruppo di fan riuscire con un progetto no-profit a basso costo?
Cavolo, .

mercoledì 4 marzo 2015

The One

The One, di Kiera Cass.

Questa recensione è stata durissima da scrivere. Il motivo? C'è troppo da dire: The One si meriterebbe una recensione capitolo per capitolo, perchè in ognuno succedono circa dieci cosa incoerenti ed implausibili, e tutti i personaggi dicono cazzate meritevoli di citazione.
Come per New Moon la recensione negativa di questo libro è il libro stesso.
Spoiler.

martedì 3 marzo 2015

Teaser Tuesday #112

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

"How... " faltered Elizabeth, "How were they put to death?"
Kat had been building up to this moment. It was better, she had reasoned, that Elizabeth learn this from her than from someone who believed in Anne Boleyn's guilt.
"Their heads were cut off with a sword as, one by one, they were made to kneel."
"That's horrible," said the child.
"Ah, but I expect they didn't feel a thing. It would have been very quick," Kat reassured her.
Elizabeth turned a tragic face upward to look at her governess. Kat stroked her hair and gazed into the girl's dark eyes.
"Is that... is that what they did to my mother?" Elizabeth asked.
"It was, child." Kat said, still stroking her hair. "Poor soul, she died very bravely. And she could have suffered no pain, for it was all over in a trice.
Elizabeth was silent again.
"She did bad things," she muttered in a low voice.
"No, she did not!" Kat said firmly. "It was said that she had been unfaithful to the King, and that she had plotted to kill him. But I am sure those accusations were made up by her enemies in order to get rid of her, and that they made such a clever case against her that your father the King believed it."
"Who were they?" Elizabeth asked.
 - The Lady Elizabeth, Alison Weir

lunedì 2 marzo 2015

Castelli d'Italia #100


Il castello di Duino si trova in provincia di Trieste, e fu costruito sui resti di un avamposto romano. Le sue origini risalgono al 1389, quando fu edificato per ordine di Ugone di Duino ma alla sua morte passò al fratello di sua moglie, Ramberto di Walsee, e in seguito agli Asburgo che lo diedero a varie famiglie sia tedesche che italiane, ed infine alla famiglia Hofer von Hoenfels, a cui rimase per oltre duecento anni. In seguito passò ai principi tedeschi Thurn und Taxis per vie matrimoniali, alla cui famiglia appartiene ancora. Dal 2003 il castello e il giardino sono visitabili.