mercoledì 30 dicembre 2015

Classifica 2015

È di nuovo quel momento dell'anno in cui noi fieri possessori di lit-blog tiriamo le somme sulle letture affrontate durante l'anno.
Come da tradizione non farò una top-ten.

martedì 29 dicembre 2015

Tirando somme libresche

L'anno sta per finire, ed è quindi arrivato il momento di fare un bilancio sulle letture: non parlo del meglio, del peggio e di quello che sta nel mezzo, ma di come è andato il proposito di sfoltire la TBR. Tra libri letti e libri comprati, sarò riuscita a non chiudere l'anno in rosso?
Scopritelo sotto il cut.

sabato 26 dicembre 2015

Auguri in ritardissimo

Ci sono anni in cui il Natale ti coglie alla sprovvista.
Sostanzialmente ho postato a recensione de Il Risveglio della Forza per rendermi conto circa dieci secondi dopo che era la vigilia, e odiando i doppi post mi sono detta "Ok, gli auguri di Natale li faccio direttamente domani".
Non avevo calcolato che il Natale l'avremmo passato a Bologna, progetto traducibile in "sveglia a 6,45 per arrivare alla stazione" e ritorno a casa in condizioni di stanchezza estrema (perchè a Firenze durante i festivi i mezzi pubblici si trasformano in bestie mitologiche, quindi al ritorno ringrazi lo spirito del Natale di abitarci vicino, alla stazione, che puoi tornare a piedi senza volerteli amputare).

Che dire? Spero che abbiate passato tutti uno splendido Natale, e che il resto delle feste possa essere migliore.

giovedì 24 dicembre 2015

Star Wars - Il Risveglio della Forza

Questa recensione sarà un po' diversa dalle altre: sono consapevole che a mettere spoiler non segnalati rischierei (giustamente) la vita, così come meriterei di essere picchiata se per caso spoilerassi qualcosa a quegli eroi che leggono le mie recensioni perchè vogliono sapere cosa ne penso di un libro e non avere me che gli racconto il finale (so che ci siete, ma non credo di aver mai detto quanto vi ammiro, e quanto mi facciate sentire una persona cattiva perchè spoilero sempre).
EDIT: ho trovato il codice html del tasto spoiler.

martedì 22 dicembre 2015

Teaser Tuesday #145

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Oggi, dopo aver piazzato i pannelli solari, mi sono fatto una passeggiata. Non ho mai perso di vista il rover, non ho sicuramente intenzione di perdermi mentre sono in giro a piedi. Ma proprio non me la sono sentita di imbucarmi di nuovo in quell'angusto e puzzolente nido di topi. Non subito.
È una sensazione strana. Dovunque vada, sono il primo. Esco dal rover? Primo uomo ad aver messo piede lì! Salgo su un dosso? Primo uomo a salire su quel dosso! Do un calcio a un sasso? Quel sasso non si muoveva da un milione di anni!
Sono il primo uomo a percorrere una lunga distanza su Marte. Il primo uomo a trascorrere su Marte più di trentuno sol. Il primo uomo a far crescere un ortaggio su Marte. Il primo, il primo, il primo!
Non mi ero aspettato di essere il primo in niente. Quando siamo atterrati ero il quinto membro dell'equipaggio a bordo dell'MDV, il diciassettesimo essere umano a mettere piede su Marte. L'ordine d'uscita era stato stabilito anni prima. Un mese prima del lancio ci avevano tatuato il nostro "numero maziano". Johanssen aveva quasi rifiutato il "15" che gli era stato assegnato perchè aveva paura che facesse male. Una donna che era passata per la centrifuga, il Vomit Comet, esercitazioni di atterraggio pesante e corse di dieci chilometri. Una donna che in una simulazione aveva riparato un guasto del computer mentre rotolava su sé stessa a testa in giù. Ma che aveva paura dell'ago di un tatuaggio.
Gesù, come mi mancano quei ragazzi.
 - Sopravvissuto: the Martian, Andy Weir

lunedì 21 dicembre 2015

Castelli d'Italia #127

Il castello di Rivoli si trova nell'omonimo comune, in provincia di Torino. La sua costruzione risale al IX-X secolo e viene nominato per la prima volta in documenti ufficiali nel 1159, quando Federico Barbarossa lo cedette ai vescovi di Torino. Dall'undicesimo secolo in poi si aprì una faida tra il vescovato e i Savoia, che nel 1330 riuscirono a spostarvi il Consiglio dei Principi, e in seguito vi fu esposta per la prima volta in assoluto la Sacra Sindone.
Il castello fu restaurato nel 1559 dopo un periodo di declino (Emanuele Filiberto vi fu praticamente esiliato finchè non avesse avuto un figlio maschio), per poi venire di nuovo dimenticato.
Nel 1863 fu affittato come caserma, per poi essere ceduto completamente al comune vent'anni dopo. Fu pesantemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale e praticamente abbandonato fino al 1979, quando iniziarono i restauri.
Dal 1984 ospita il Museo d'Arte Contemporanea del castello di Rivoli.

sabato 19 dicembre 2015

Star Wars: the Fan World

Non ho ancora visto il nuovo Guerre Stellari, se tutto va bene andrò martedì (e bannerò a vita chiunque provi a fare anche solo mezzo spoiler nei commenti), ma mi sembrava carino fare un post a tema: non sono esattamente la fan n° 1 al mondo di questa saga, ma nutro il giusto amore per la trilogia classica (Han Solo è stato il primo personaggio di un film per cui mi sia presa una cotta), sono rimasta debitamente delusa dai prequel e sono a metà tra lo spaventato e il fiducioso verso questo nuovo sequel.
Ma non ho mai seguito l'universo espanso e i videogiochi, per dire.
Una cosa però è certa: qualsiasi cosa la Disney faccia con questo franchise, non potrà mai fare di peggio rispetto a quanto fatto da Lucas.

mercoledì 16 dicembre 2015

Guinevere, the Legend in Autumn

Guinevere, the Legend in Autumn, di Persia Woolley.

Eccoci all'ultimo volume della trilogia, l'unico che abbia una copertina che stona: dalla foto non si vede, ma dal vivo il titolo è scritto in verde acido.
Spoiler per esorcizzare il dolore.

martedì 15 dicembre 2015

Teaser Tuesday #144

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Mia madre era rimasta per quattordici anni rinchiusa nella protezione del santuario, alla Serenissima. Poi, chissà come, tra le popolane un po' troppo romantiche era nata la favola che Asherat, la Dea del Mare, anch'ella madre e angosciata, avesse infine avuto pietà della Donna Bella, dissolvento le mura del santuario per lasciarla andare in cerca del suo figlio perduto. In realtà a rintracciarmi e tirarmi fuori dai guai non era stata lei, ma Phèdre.
Mia madre, tuttavia, l'aveva incaricata di cercarmi. Questo era vero.
"Ma spesso le leggende nascono da un seme di verità. Dunque qualcuno deve averla vista andarsene. Poi c'è Menekhet."
"Menekhet?" le feci eco.
Lei annuì. "Mélisande considerava suo alleato Ptolemy Dikaios. Scommetterei che lui sa qualcosa. Non mi stupirei se fosse membro della Gilda Invisibile. Se mai c'è stato un candidato maturo per lo spionaggio e gli intrighi, è il faraone di Menekhet."
"Lui non è tra quei membri della Gilda che potrebbero essere disposti a parlare con me", mormorai.
"Che ne dici della moglie del senatore, la tua amica Claudia Fulvia?" mi domandò Joscelin.
 - Il bacio e il sortilegio, Jacqueline Carey

lunedì 14 dicembre 2015

Castelli d'Italia #126

Il castello di Issogne si trova in Valle d'Aosta, e viene nominato per la prima volta in documenti ufficiali nel 1151 (anche se probabilmente è nato come villa romana). Fu proprietà vescovile fino al 1379, quando passò al signore di Verrès Ibleto di Challant, che inziò dei lavori di ristrutturazione ma il castello raggiunse il periodo di massimo splendore nel 1509. Tuttavia, quando nel 1565 Renato di Challant morì senza figli maschi, si scatenò un conflitto ereditario tra i cugini di sua figlia e la famiglia del di lei marito e solo nel 1696 il castello tornò alla famiglia Challant, ma quando essa si estinse fu praticamente abbadonato e spogliato degli arredi, salvo essere comprato nel 1872 dal pittore Vittorio Avondo (che riuscì a recuperare i mobili originari) e lo donò allo Stato italiano nel 1907. Nel 1948 è diventato proprietà della Valle d'Aosta, e oggi è visitabile.

domenica 13 dicembre 2015

mercoledì 9 dicembre 2015

Il mondo del Ghiaccio e del Fuoco

Il mondo del Ghiaccio e del Fuoco, di George R.R. Martin.

Perchè Martin il nuovo libro della serie non lo fa uscire, ma intanto ci distrae.
Senza spoiler, tanto per cambiare.

martedì 8 dicembre 2015

Teaser Tuesday #143

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Di quel momento supremo doveva restargliene un ricordo vivido per un insolito scatto di Moddle in sala da pranzo; di Moddle che, in risposta a qualcosa detto allora dal babbo, aveva esclamato:
"Lei dovrebbe vergognarsi di sé, dovrebbe arrossire del modo in cui agisce!"
La carrozza, con dentro la mamma, era alla porta; un signore che c'era dentro con lei, che era sempre con lei, rideva forte, e il babbo, tenendo Maisie in braccio, disse a Moddle:
"Bella mia, ora ti accomodo subito!" dopo di che facendo più che mai brillare i denti in faccia a Maisie e abbracciandola forte, le ripetè le parole per le quali era stato ripreso dalla governante. In quel momento Maisie non si accorse tanto di quelle come della stranezza che Moddle avesse così, improvvisamente, mancato di rispetto e la faccia le fosse diventata tutta rossa; fu però capace di tirarle fuori cinque minuti dopo, quando, in carrozza, sua madre, tutta baci, nastri, occhi, braccia, suoni strani e deliziosi profumi, le chiese:
"E il tuo odioso padre, bell'angilo mio, non t'ha detto niente per la tua cara mammina?"Fu così allora che Maisie si accorse che le parole dette dal suo odioso padre le stavano ancora nelle orecchiuzze stupite; e di lì, al richiamo di sua madre, andaron diritto, nella sua stridula voce argentina, alle labbruzze innocenti:
"Mi ha detto di dirti da parte sua" ripetè fedelmente "che sei una bestiaccia schifosa."
 - Che cosa sapeva Maisie, Henry James

lunedì 7 dicembre 2015

Castelli d'Italia #125

La Reale tenuta di Carditello si trova in Campania, e faceva parte di un gruppo di tenute della famiglia reale dei Borboni di Napoli. Tali palazzi non esistevano solo a scopo ricreativo o per riunire la corte, ma spesso erano delle vere e proprie aziende: la tenuta di Carditello, ad esempio, ospitava un'azienda agricola particolarmente dinamica. Inizialmente destinata alla caccia e all'allevamento dei cavalli fu convertita in una fattoria modello per la coltivazione del grano, più l'allevamento di cavalli e bovini.
Nel 1920 la reggia e i suoi terreni furono lottizzati e venduti, con la sola esclusione della costruzione centrale e alcuni terreni circostanti, e fu occuopata prima dai tedeschi e poi dagli americani durante la Seconda Guerra Mondiale. Allo stato attuale la reggia versa in stato di abbandono, addirittura dal 2011 al 2013 è stata sorvegliata solo da volontari.

sabato 5 dicembre 2015

Final Fantasy 7 Remake

E così, mentre preparavo un post-rant sulla prima metà della sesta stagione di The Walking Dead (perchè ho l'influenza e faccio cose inutili quando sono malata), mi è giunta la notizia di un altro trailer per il remake di Final Fantasy 7. Un trailer mirato a mettere in mostra il sistema di combattimento, ma che (come il precedente) è riuscito a mandare in cortocircuito il mio sistema critico lasciandomi in stato acuto di fangirlismo.
Tipo che a questo punto la ps4 a prendo sicuro, appena questo gioco esce.
O che magari finalmente faranno i modellini di Cid e Barret (grandi assenti nei primi due set, e quello di Barret dovrei vendere la casa per averlo).
E che arriverà il momento in cui non avrò solo tre immagini per gli avatar (grazie a chiunque abbia deciso che Aerith in HD si sarebbe vista tre volte in croce).



Riguadagnata la calma, diciamo che è un teaser sul sistema di combattimento, perchè non si capisce molto: il menù delle opzioni sembra lo stesso (attacco, magie, evocazioni, oggetti, difesa), ci sono gli HP e gli MP, mi pare di intravedere una barra limit (yes!) ma non ho capito che cos'è la barra rossa accanto ai nomi. Mi pare anche sia possibile controllare tutti i personaggi del party, ma direi che non è un sistema a turni (a meno che non mi stia sbagliando di grosso e la barra rossa sia quella del turno).
Per il resto: Barret è veramente immenso (ma perchè gli occhiali?) e ora più che mai voglio i vestiti alla marinaretta; finalmente Jessie, Bigs e Wedge in alta definizione (ma che voce hanno dato a Wedge?); Midgard sembra bellissima (ma ho il terrore che ci siano di nuovo i corridoi infiniti del XIII) e il primo boss... oddio, ora che ci penso Final Fantasy 7 ha dei mostri che in alta definizione saranno da incubo.

giovedì 3 dicembre 2015

Queen of the Summer Stars

Queen of the Summer Stars, di Persia Woolley.

Secondo volume, e tanti spoiler.
In fin dei conti un retelling si giudica anche in base a come racconta cose che già si sanno.

martedì 1 dicembre 2015

Teaser Tuesday #142

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

"What are you doing here, Sir? Have you not got a family to look after? A babe who comes complete with cozy wife to warm your hearth and rock the cradle. What a pretty scene it makes - how cleverly it all works out! I can see the years passing, with a new bairn every fall, until the Hall at Carbonek rings with the laughter of generations to come. How very nice for all concerned... even your poor wretched father-in-law, King Pellam. Poor man, lying on his bed of pain, neither brave enough to end his life nor strong enough to get well. Looks like they all found a savior in one night's work, my dear. Lancelot of the Lake, providing Elaine with love and protection the rest of her life, and a great brood of children as well. Giving the old invalid a powerful son-in-law to keep his enemies at bay. Who knows, you could even become the King of Carbonek eventually, and bring the Waste Land back to life, as well."
When I stumbled to a halt, gasping for breath, Lance spoke up, trying to ignore the venom of my attack. "I have told Arthur I will not wed the girl. I explained that the child was the result of a trick, and I will not saddle all of us with a loveless marriage."
 - Guinevere, the Legend in Autumn, Persia Woolley