sabato 30 novembre 2013

Adventure Time


Adventure Time mi ispirava pochissimo perchè il character design non mi piaceva. Il che potrebbe portare ad una riflessione su come un giudizio affrettato possa cambiare perchè adesso lo trovo adorabile e carino ed espressivo e originale e brillante... ma non divaghiamo. Alla fine ho ceduto perchè continuavo a trovarmelo su tumblr e volevo capire.
Ovviamente, considerando che ad avermi fatto decidere è stata una scan del fumetto particolarmente emotiva, sono arrivata al cartone con delle aspettative, pensando di trovare qualcosa di commuovente e profondo... e oddio se non ero assolutamente confusa e perplessa, perchè Adventure Time è la cosa più vicina ad un viaggio in acido che si possa avere senza drogarsi, una specie di "D&D incontra LSD". E se non mi credete, provate a guardare il primo episodio senza sapere niente a riguardo, e tornate qui.
Doug Walker, video-recensore, dopo il primo episodio
Di che cosa parla Adventure Time? È un cartone fantasy ambientato nel magico mondo di Ooo, che ha come protagonisti un ragazzino umano, Finn, e un cane magico, Jake. Dotati di spirito di avventura e buone intenzioni, i due sono gli eroi del luogo che sconfiggono il male a suon di cazzotti.
Hanno anche uno span di attenzione estremamente basso e il buon senso di un riccio che attraversa l'autostrada di notte.
Gli episodi durano circa dieci minuti l'uno, e in linea di massima sono autoconclusivi. Con pochissime eccezioni sono anche completamente folli. Ma folli davvero: non mi era capitato un cartone dove in un episodio il protagonista viene trasformato in un piede. Che porta ad una frase che si può applicare spesso ad Adventure Time: non ha il minimo senso, ma quando lo guardi ha un senso. Più o meno.
Positivo, per una volta
La cosa più bella è che non prende i bambini per scemi: è un mondo coloratissimo, nonsense, euforico, ma ha anche tante crepe che fanno vedere che... c'è qualcosa che non va. Tipo quando inizi a capire che Ooo è quello che rimane della Terra dopo "la grande guerra dei funghi", quando ti rendi conto che Finn è l'ultimo umano e che tutti gli altri personaggi sono mutanti (anche se ci sono quelli prettamente magici, tipo Re Ghiaccio e Marceline). Quando noti che le rovine ci sono, e che ci sono un sacco di mostri divertenti da sconfiggere, ma anche quelli in stile "Oddio, cos'è quella cosa, uccidila subito!". E la cosa più inquietante è che sono, appunto, solo crepe. Non si indaga praticamente mai, sono solo lì, come una leggera nota stonata che a volte rende tutto molto inquietante.
La principessa
I personaggi sono tanti e diversi tra loro, e la cosa che preferisco è come tendono ad essere classici e allo stesso tempo una cosa che non ti aspetti assolutamente: ad esempio la principessa Gommarosa, sovrana di Dolcelandia, mondo fatto di zucchero, tutta rosa sia di capelli che di vestiario... e scienziata abilissima e folle, perchè chi lo dice che se sei letteralmente la principessa rosa delle caramelle non puoi avere un laboratorio e pestare duro?

Dopo I Remember You
E poi anche Marceline, la regina dei vampiri, una rockettara non proprio dalla parte dei buoni... diciamo che fa più che altro quello che le pare e piace, tipo quando deve aiutare Finn dal mostro che succhia le anime ci va solo perchè le ha preso il basso, una volta recuperato è prontissima a mollare tutto lì e fregarsene del mondo. O la principessa dello spazio bitorzolo che è geniale, non c'è altro modo di descriverla.
Comunque Adventure Time è anche in grado di colpirti dritto al cuore, facendoti affezionare a personaggi che non avresti mai immaginato. Come Re Ghiaccio, il classico cattivo incompetente dei cartoni: un vecchio pazzo che rapisce le principesse per costringerle a sposarlo... che prima è ridicolo, poi inizia a sembrarti incredibilmente patetico. Poi arriva la sua backstory, che è una delle più terrificanti, tristi e drammatiche che abbia mai visto non in un cartone per bambini, ma in generale.
Ammiro gli autori per essere riusciti a dargli prima una storia tristissima, e poi averla resa pure peggio aggiungendo i dettagli...siete stati bravi. Davvero, davvero bravi. Ma considerando che da questo cartone mi aspetto la più totale follia, per quanto possano piacermi i momenti più seri... andate nell'angolo a pensare a quello che avete fatto.
In effetti credo sia la capacità di inserire elementi o sottotrame seri all'interno di una cosa che in linea generale ti chiedi se erano completamente fatti mentre la creavano a rendere il cartone così interessante. Non fraintendetemi: è folle. Assolutamente folle, e lo è il 99% del tempo, il genere di follia stimolante perchè è fantasia allo stato puro (non hanno limiti, può succedere di tutto). Però quando ci pensi un attimo, alcune delle storie sotto sotto sono vagamente disturbanti. E lo sono così tanto che fanno il pari con il delirio che compone la serie, tra mondi paralleli, personaggi che scrivono fanfiction genderswap su sé stessi e dei dialoghi favolosi.

Nota di merito, tra l'altro, per il fatto che sono alla terza serie e va a migliorare: in genere nei telefilm/cartoni c'è un grande rischio che la qualità vada a calare. Qui no, probabilmente perchè molti approfondimenti su personaggi e mondo sono dalla seconda serie in poi.

Difetti... beh, direi che uno può essere che lo status quo è dio, quindi diverse situazioni tendono a restare immutate a prescindere. Poi imho è una di quelle serie che o si amano o si odiano: se vi può piacere il nonsene allo stato puro, allora fa per voi. Altrimenti... si resta spiazzati. Tanto.

4 commenti:

  1. Io adoro Adventure Time *__* L'anno scorso a Lucca mi sono pure vestita da Finn.
    Però non è proprio un mondo fantastico, è il nostro mondo post-casini-nucleari. Infatti Finn è l'ultimo essere umano rimasto, tutti gli altri sono bizzarre mutazioni. Ogni tanto, pure nella sigla, si vedono resti di bombe atomiche.
    Il che rende il tutto ancora più assurdo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho scritto del mondo post-nucleare... e concordo, rende tutto ancora più assurdo XD

      Elimina
  2. Io ho guarducchiato qualche volta urst cartone in tv, se non trovavo iente di meglio, ma non mi ha mai preso. Però continuo a sentirne parlare così bene che ero davvero molt curiosa. Ora la tua recensione me lo fa vedere sotto una luce del tutto nuova, che devodire mi incurioisce ancora di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È completamente, totalmente folle. Sono fermamente convinta che sceneggiatori, animatori e quant'altro si drogano, quando lo fanno.
      Ed è bellissimo per questo XD

      Non sono molte le storie dove puoi dire "Ok, è plausibile che i cattivi siano dei salvagente, ma anche che siano dei mostri con aspetto di salvagente"...

      Elimina