sabato 16 dicembre 2017

Funko Pop

Da qualche anno è scoppiata la Funko Pop mania: pupazzini spesso adorabili, spesso a prezzi abbordabili e dei fandom più svariati, che hanno permesso anche a chi ama cose poco mainstream di avere un minimo di merchandise da comprare.
Sapevo che se ne avessi preso uno poi non sarei stata capace di fermarmi, ma i miei amici me ne regalarono sei tutti in una volta per il compleanno vanificando i miei sforzi.
Ecco quindi la mia collezione di Funko Pop, in foto che cercano di avere uno sfondo neutro e un po' di costruzione dati dal fatto che ho ceduto ad instagram e penalizzate dal fatto che non solo non sono un granché nel fare foto, ma sono anche sprovvista tutto ciò che serve per farle carine.
Inclusa una macchina fotografica decente.

martedì 12 dicembre 2017

Libri che (probabilmente) non leggerò mai TAG

Che bello, sto entrando in un blocco del lettore e tutti i miei sforzi a riguardo sembrano solo rimandare l'inevitabile!
La cosa si sta espandendo anche a blog, perché non solo se non leggo niente non ho niente da recensire, ma anche perché sto scivolando pure verso una specie di "blocco dello scrittore" (si può dire anche delle recensioni?), quindi allegria. Credo che cercherò di postare almeno qualche post tipo un tag, che è parecchio che non ne faccio, e magari se ho tempo la mia collezione di funko pop.
Ma ora passiamo ad un tag molto adatto a questo stato d'animo, ossia quello dedicato ai libri che non ho intenzione di leggere. Purtroppo non so chi l'ha creato, io l'ho trovato su youtube dove l'hanno fatto tutti.

mercoledì 6 dicembre 2017

Wonder Woman: Warbringer

Wonder Woman: Warbringer, di Leigh Bardugo.

Ed ecco qua il libro che, con il suo essere gradevole, mi ha ridato speranza nel genere YA e mi ha portato a credere che Flame in the mist avesse possibilità di non fare schifo.

lunedì 4 dicembre 2017

In my mailbox #25

In questi mesi me la stavo cavando bene con lo shopping compulsivo dei libri: ne ho presi tre, seguiti di serie, uno a Lucca Comics perché tornare a casa senza niente era un po' triste, e uno che non so bene come contare visto che l'avevo preso tempo fa ma per un errore non era stato messo nel pacco di ibs e mi è stato invitato in ritardo.
Poi mi sono iscritta ad acciobooks, prima che entrasse nel girone infernale della manutenzione infinita, per cui i cartacei sono aumentati ma tramite scambio - anche se ho avuto fortuna a metà, nel senso che le persone a cui ho chiesto scambi mi hanno considerata zero, ma ho ricevuto richieste... quindi ho usato il sito principalmente per prendere libri non in WL.
Poi c'è stato il Black Friday.
Ho speso poco, ma la situazione è precipitata

martedì 28 novembre 2017

Teaser Tuesday #175

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Ma tutto questo è niente rispetto al water, affascinante e potenzialmente diabolico, della 1009. Connubio armonioso di forme raffinate e vigorosa funzionalità, corredato di rotoli di carta così soffici che non presentano le solite perforazioni per lo strappo, il mio water è sormontato da questo avviso:
QUESTO WATER È DOTATO DI SISTEMA DI SCARICO
AD ALTO TIRAGGIO. SI PREGA DI NON GETTARE NIENTE
CHE RIFIUTI ORDINARI E CARTA IGENICA
Sì, è proprio un water ad alto tiraggio. E, come la ventola dell'aeratore sopra, non è mica un tiraggio qualsiasi, senza pretese. Lo scarico del water produce un rumore in si alto tenuto, tipo disturbo gastrico su scala cosmica. Insieme a questo rumore arriva una violenta suzione così impressionante e potente che fa paura e allo stesso tempo dà uno strano senso di conforto - i vostri escrementi più che rimossi sembrano risucchiati, e a una velocità tale che vi fa pensare che vadano a finire in un luogo così lontano che diventano immediatamente un'astrazione... una specie di scarico ad alto tiraggio esistenziale.
 - Una cosa divertente che non farò mai più, David Foster Wallace

lunedì 27 novembre 2017

Castelli d'Italia #170

Il castello Malaspina di Varzi si trova in Lombardia e - come si può intuire dal nome - è stato molto legato alla famiglia Malaspina. Le sue origini risalgono alla seconda metà del XIII secolo, quando fu costruito il nucleo più antico del castello, che venne poi ampliato nel 1275 a seguito della divisione della famiglia.
Il castello, stranamente, non ha avuto una grande storia di passaggi di proprietà e fu dei Malaspina fino al 1870, anno in cui passò alla famiglia Odetti per via del matrimonio dell'ultima discendente dell'antico casato. Appartiene a loro tutt'ora, e fu restaurato nel 1983: adesso è aperto al pubblico e viene sfruttato come location per eventi sia pubblici che privati.

sabato 25 novembre 2017

Justice League

Non avevo grandissime aspettative per questo film: ho visto tutti i film della DC, e l'unico che mi è piaciuto (pur con tutti i suoi difetti) è stato Wonder Woman. Sì, lo so che la mia recensione a Batman v Superman non è negativa, ma l'ho riguardato per prepararmi a questo e oddio che palle. Se dovessi riscriverla sarebbe diversa.
Ma passiamo a Justice League.