mercoledì 20 settembre 2017

Il principe prigioniero

Il Principe Prigioniero, di C.S. Pacat.

Un libro che impazza ovunque, recensioni entusiaste in tutte le lingue.
Indovinate chi non capisce perchè?
Forse spoiler: secondo me sono cose molto ovvie, ma non si sa mai.

martedì 19 settembre 2017

Teaser Tuesday #168

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

Mi resi conto di quanto diventassero preziosi luoghi e persone nel momento in cui la possibilità di non rivederli più diventava una certezza. Nessuna serata trascorsa sul fiume aveva mai avuto il fascino di quella sera, che poteva davvero essere l'ultima di quelle incantevoli serate. Era tutto bellissimo... la curva leggera e i massicci salici, le ombre profonde e verdi nell'acqua sotto la sponda, le efemere azzurre e brillanti che facevano capriole  in aria per poi tuffarsi nell'acqua, scintillando come gioielli esotici sotto i caldi raggi del sole al tramonto.
Sdraiate a pancia in su nella luce del sole, parlammo delle nostre ambizioni letterarie, della guerra, di diventare infermiere, di andarcene dal college per un po' e forse non tornare mai più. La deliziosa estate di Oxford mi riempì di rimpianti. Quell'anno avrei voluto fare cose meravigliose, costruire le basi di una notorietà che sarebbe cresciuta sempre di più e durata tutta la vita... e invece si erano intromessi la guerra e l'amore, a contendersi i miei fiduciosi sogni irrealizzati. Per me, così come per Roland, dal 1914 tutto ciò per cui avevo lottato aveva iniziato a trasformarsi in polvere e cenere.
 - Generazione perduta, Vera Brittain

lunedì 18 settembre 2017

Castelli d'Italia #165

La villa medicea La Petraia si trova a Firenze, ed è considerata una delle più belle ville medicee. Fu costruita nel XIV secolo ed inizialmente apparteneva ai Brunelleschi, che la vendettero nel 1422 alla famiglia Strozzi. In seguito fu dei Salutati e, nel 1544, fu venduta a Cosimo I de' Medici, ma solo nel 1587 iniziò la vera e propria trasformazione da fortilizio a dimora signorile. Nel corso degli anni la villa ebbe una funzione principalmente di residenza, a differenza - ad esempio - della villa di Castello che era di rappresentanza. Tuttavia verso la fine del '700 la villa aveva perso importanza ed era stata spogliata, furono perciò i Lorena a riarredarla e a restaurarla. In seguito divenne residenza di Vittorio Emanuele II di Savoia, e nel 1919 fu donata allo Stato Italiano.

venerdì 15 settembre 2017

MID YEAR freak out book tag

Era da tantissimo tempo che non facevo un tag, quando all'improvviso ho trovato questo sul blog Drops of colors: dieci domande per fare un bilancio delle letture compiute fino a questo momento, perfetto per una procastinatrice professionista come me. Si può dire che questo tag ha una "data di scadenza", visto che serve a tirare un po' di somme di metà anno quindi o lo facevo ora, o mi toccava farlo l'anno prossimo.

mercoledì 13 settembre 2017

Revival

Revival, di Stephen King.

Per quanto strano possa sembrare, Stephen King è un autore che ho conosciuto alla fine dell’infanzia e nella prima adolescenza: lo leggeva mia madre, e io – alla veneranda età di undici anni – lo leggevo di nascosto quando andava a fare la spesa e si portava dietro mia sorella. Di conseguenza King è stato uno degli autori che ho abbandonato una volta raggiunta la maturità e solo ultimamente, complice una ventata di nostalgia portata dal trailer di It, ho ricominciato a leggerlo. Ho riletto It, appunto, e mi è venuta voglia di qualcosa di nuovo. Ho preso Revival per la profondissima ragione che è stato il primo che mi sono trovata sotto mano.

martedì 12 settembre 2017

Teaser Tuesday #167

Ed ecco di nuovo la rubrica settimanale Teaser Tuesday, creata dal blog Should Be Reading, che si divide in poche, semplici fasi:
1_ prendi il libro che stai leggendo
2_ apri una pagina a caso
3_ scrivi un breve brano (stando attenti a non spoilerare)
4_ scrivi titolo e autore

"Quando vidi il dolore che ti aveva provocato la morte di Occhi-di-notte, pensai che non avrei mai voluto provare una cosa del genere. E quando Rete ha perso Incognita, mi sono detta che ero stata saggia a evitare di condividere il mio cuore con un animale, sapendo che alla fine avrei dovuto sopportare lo strazio della perdita." Spostò lo sguardo da Rete, intento a versare il tè per tutti, e incontrò i miei occhi increduli. "Però poi ho visto la felicità di Rete nell'unirsi a Sorvolo. Sono sola da molto tempo, e non vado ringiovanendo. Dovrò portarmi questo rimpianto nella tomba, il fatto di non aver compreso appieno la magia che possedevo?"
Fece una pausa. Nei suoi occhi c'erano echi di rabbia e di sofferenza. "Sì. Ho lo Spirito. E tu lo sapevi, Fitz, vero? Molto prima che io lo sospettassi. E sapevi che lo Spirito che ha messo in pericolo Devoto quando era un ragazzo veniva da me."
Scelsi con cura le parole con cui rispondere. "Mia signora, penso sia probabile che venisse da suo padre quanto da te. E, in ultima analisi, non importa da dove venisse. Anche adesso, possedere lo Spirito può portare... "
"A me importava." Ribattè a bassa voce. "E importa ancora. Quello che all'epoca ho sentito fra me e Occhi-di-notte non era immaginario. Se, durante il nostro soggiorno nelle Montagne, ne fossi stata consapevole, gli avrei fatto sapere cosa significava per me quel sostegno."
"Lo sapeva", mi affrettai a rassocurarla. "Lo sapeva, non temere."
Vidi il suo petto alzarsi e abbassarsi contenendo a stento l'emozione. La sua severa educazione delle Montagne fu l'unica ragione per cui non inveì contro di me. Parlò invece con calma. "A volte ringraziare qualcuno è più importante per la persona che porge il ringraziamento che per quella che lo riceve."
 - L'assassino: la vendetta, Robin Hobb

martedì 5 settembre 2017

In my mailbox #23

Ed ecco qua mesi e mesi di acquisti, col risultato che la situazione sembra molto più tragica di quanto non sia. Ciò non toglie che abbia fatto voto di non comprare libri cartacei mai più, visto che ho esaurito il posto dove metterli (ma vediamo quanto ci metterò ad infrangerlo).
Disclaimer: rubrica creata da Kristi di The Story Siren.
Poteva andare peggio, dai.