giovedì 20 febbraio 2014

La notte degli angeli caduti


La notte degli angeli caduti, di Heather Killough-Walden.

Se questo libro vi è piaciuto non leggete la recensione. Sono seria: cercherò di fargli tanto male quanto lui ne ha fatto a me. Mentre leggevo mi sono sentita offesa all'idea che qualcuno pensasse una roba del genere potesse divertirmi, e non riesco a capire come abbia raggiunto la pubblicazione. È stata la prima volta che ho interrotto la lettura per cercare informazioni, perchè non riuscivo a credere che fosse un libro vero, che sia stato stampato - venduto! - davvero. Speravo la serie fosse una barca di pesci d'aprile, o di avere una versione fallata (in questo ci spero ancora).
Spoilerissimi.

In un tempo assai lontano, il Vecchio chiamò a raccolta i suoi quattro arcangeli prediletti: Michele, Gabriele, Uriel e Azrael, e indicò loro quattro stelle del firmamento che brillavano più delle altre. Disse agli arcangeli che desiderava ricompensarli della loro lealtà e che in dono avrebbero ricevuto delle anime gemelle. Fu così che il Vecchio creò quattro femmine perfette, che chiamò le cherubine. Tuttavia, prima che gli arcangeli potessero rivendicare le loro compagne, le quattro cherubine furono allontanate dal regno e disperse dal vento. Gli arcangeli decisero quindi di abbandonare il proprio mondo, per scendere sulla Terra e ritrovarle. Per migliaia di anni gli arcangeli le hanno cercate, ma non sono stati gli unici a raggiungere il regno dei mortali per dare la caccia alle cherubine. Qualcuno li aveva seguiti...

Con gli angeli ho avuto un imprinting degno di nota: Angel Sanctuary, bellissimo manga di Kaori Yuki (e pessimo oav, nonchè unica storia dove ero ok con l'incesto). Questo vuol dire due cose: primo, gli angeli molto poco tradizionali e completamente screwed-up non mi spaventano; secondo... ho standard molto alti. Del tipo che mi serve Neil Gaiman (con o senza l'ausilio di Terry Pratchett) per non essere delusa. O Supernatural.
O Viggo Mortensen che fa Lucifero.
Insomma, non è che se non sono biondi con l'aureola, o teneri e pucciosi, non mi vanno bene.
È altro che non mi va bene qua dentro, e il solo modo per farvelo capire è raccontarvi la premessa.

Dio, amichevolmente chiamato il Vecchio, ha deciso di creare gli angeli. Non ha fatto come in tutte le altre versioni, dove sono asessuati o maschio/femmina. No. Li ha fatti tutti maschi.
Maschi alpha bellissimi, machissimi, carichi di testosterone... e neanche una ragazza.
Qui si inizia a capire il dramma.
Io già stavo immaginando lo slash selvaggio, ma a quanto pare l'omosessualità è ancora peccato, perciò sono tutti disperati perchè "un maschio per natura desidera una femmina".
Il Vecchio ha quindi un'altra geniale idea: chiama i suoi quattro arcangeli preferiti (Michele, Gabriele, Uriel e Azrael) e gli fa un regalo. Un fidanzata a cranio. Quattro pulzelle apposta per loro.
Samael
Loro sono felici, tutti gli altri un po' meno.
Ma si potrebbe ancora risolvere: Samael, che posso solo supporre abbia pescato la paglia corta, và dal Vecchio tipo Oliver Twist che chiede se può avere ancora cibo, e chiede se possono avere una figa anche loro.
No.
Scatta la guerra civile. Gli angeli si fanno la guerra perchè vogliono le gnocche, che credo sia un motivo incredibilmente idiota ma anche molto valido contemporaneamente. In ogni caso mi sarebbe piaciuto vedere chi lottava per continuare con le docce fredde, e chi diceva no, papà, se voglio la fidanzata posso averla.
Le cherubine, nel frattempo, vengono spedite sulla Terra per protezione (suppongo che a quel punto volessero stuprarle in gruppo). I quattro arcangeli le seguono, riuscendo pure a perdersi.

In tutto questo Samael è descritto come lo stronzo che vuole le cose degli altri (più o meno con queste parole), ma per me aveva ragione lui, anche solo in linea di principio. In più non fanno altro che dire che era il preferito del Vecchio, e che è IL Caduto, costringendomi ad andare a vedere se Lucifero prima di essere Lucifero era un pirla che doveva chiedere il permesso al babbo per farsi la morosa e il motorino. [A quanto pare Samael è un arcangelo spesso associato al male; da quello che ho capito dovrebbe essere un satana inteso come demone e non Satana, che è invece Lucifero, ma tutto è possibile.]
Bella premessa, eh? Specifico che se ho parlato dei personaggi femminili in questi termini è perchè così sono scritti: le cherubine non hanno scelta, sono proprietà dei loro arcangeli, al punto che essi hanno anche dei bracciali che possono bloccarne i poteri. Sai, in caso non facessero i salti di gioia all'idea di mollare baracca e burattini per loro e provassero a ribellarsi. Sul serio, ad un certo punto Ellie pensa a come non voglia separarsi da Uriel per poi aggiungere che anche in caso lui non glielo permetterebbe.
La cosa interessante è che tecnicamente dovrebbe andar bene per il semplice fatto che la predestinazione è così forte che Ellie a Uriel la darebbe anche in un bagno pubblico.

L'incipit è questo, ed è idiota. Ma idiota forte. Si aggiunge lo stile.
Una tragedia. È il libro peggio scritto che abbia mai letto: l'autrice (o il traduttore) ha seri problemi nella comprensione delle parole, o sul significato delle frasi, e parliamoci chiaro: capisco il politically correct, ma se ignori il senso di ciò che scrivi non scrivere.
Perchè non puoi vendere roba simile:
_ Non era chi fingeva di essere. [Ma dai?]
_ Serrò la mascella e chiuse gli occhi per il dolore che gli scorreva nelle vene. [wtf?]
_ Insieme agli umani erano infatti stati creati vari animali e creature, note nel regno dei mortali come demoni, diavoli, ghoul e goblin. [Stai dicendo che i miei gatti sono creature demoniache? Ammetto di averlo sempre sospettato]
_ Non che non volesse lasciare il Texas. Non era questo il problema. Era solo stanca di passare la vita a scappare. [Quindi non vuoi lasciare il Texas]
_ Si dissolse in una nuvola grigia e si librò in cielo, dove sparì completamente nelle tenebre della notte. [Ma non si era dissolto nella nuvola grigia?]
_ Occhi grigio antracite, incastonati in un volto mozzafiato. [Non so cosa sono gli occhi incastonati, ma ho l'idea che facciano malissimo]
_ Era il fondatore, presidente e direttore generale della più grande compagnia al mondo di media. [Il Mega Presidente Galattico!]
_ Decidi tu, puoi lasciarla andare oppure perderla per sempre. [Cosa. Vuol. Dire.]
_ Volare era uno dei tanti poteri degli arcangeli così, con un colpo di magia, scavalcò la ringhiera, scese le tre rampe di scale e rallentò prima che i suoi stivali toccassero terra. [So volare quindi plano, o cado con stile... ma con un colpo di magia come Magica Emi]
_ "Vediamo se preferisci questa" ringhiò Gabriele, entrando dietro Uriel. [Entrare dopo, dannazione, dopo! Questo libro è già abbastanza incomprensibile senza aggiungere ambiguità!]
_ Inoltre sapeva che amava le moto. [Da questo Eleanor capisce che Samael è straricco. Certo. A me piacciono i castelli, quindi sono una regina]
_ "Sì" mentì. "Il minestrone era buono." Del resto, era vero. [Qui avuto la certezza che l'autrice non ha la più pallida idea di cosa stia scrivendo]
_ Insossavano una fondina ascellare, piena di pistole. [Una fondina ascellare, come possa essere piena di pistole me lo devono spiegare]
_ Succhiando il sangue della sua cherubina con avidità inumata e selvaggia. Si nutrì con moderazione. [Sono una frase una dopo l'altra! Mi hai spaccato maroni finora che i vampiri sono incontrollabili! Non l'hai riletta?! Come fai a non capire che sono in constrasto?! Perchè hai scritto un libro?! Chi ha deciso che si poteva pubblicare così?!]

Io
Mi fermo perchè sto per avere una crisi di nervi. Capirete che il libro è fondamentalmente composto da parole a caso, che narrano eventi a caso, e che a questo punto io ero un filo compromessa per accettare di buon grado l'idea di Lilith che gira vestita come lo stereotipo della bibliotecaria zittella e che è una delle anime più candide mai venute al mondo. Ha anche una storia confusa: creata per gli uomini sulla Terra, le viene ordinato di sceglierne uno da servire o essere punita (il Vecchio ce l'ha con questa cosa di fare delle donne una specie protetta o un premio ambito). Lilith, comprensibilmente, mostra il dito medio e viene quindi cacciata sulla Terra.
Wait.
Ma non era già sulla Terra? O intendi che dal Giardino dell'Eden viene spedita sulla Terra? Perchè niente può essere chiaro per tre righe di fila?
Odio questo libro. Lo odio sul serio.
Cmq una volta arrivata sulla Terra, o andata dieci metri più in là, Lilith subisce il fato di Alexiel: vivere e morire infinite volte come essere umano.
Per Angel Sanctuary, non sono pignola: qui è pieno di cose che vengono da altre fonti, tipo Azrael (che è diventato un vampiro) che fa la rockstar (Lestat, anyone?); Eleanor è un angelo spedito sulla Terra incarnatosi in una bambina che crescendo mostra poteri (ciao, Anna di Supernatural); il film di cui Uriel è la star (perchè fare il divo di Hollywood è l'occupazione migliore per uno che non invecchia) è palesemente Twilight; la villa dove vivono gli arcangeli... "le sue proprietà superdimensionali consentivano, infatti, di spostarsi attraverso le sue porte con il teletrasporto, il che permetteva di raggiungere qualsiasi posto nel tempo desiderato" (o, eventualmente, questo); le fughe di Eleanor e della sua famiglia sono la versione PG di quello che succedeva ne L'Incendiaria di King.
Sfortunatamente non ero dell'umore adatto per vederli come omaggi.

Quindi per ora abbiamo una scrittura orrenda, una premessa cretina e la consapevolezza che il libro ha saltato lo squalo tipo a pagina 3, quando Azrael si è trasformato in un vampiro e sappiate che se riuscite raccontare la trama dicendo che c'è un arcangelo vampiro restando seri mi siete superiori.

Qui le cose si fanno confuse: non è ben chiaro che storia stia venendo raccontata. La storia d'amore, la guerra con Samael o quella introdotta dopo due terzi abbondanti di libro quando arrivano i Leviatani, voglio dire gli Adariani? Sono integrate così bene che vanno praticamente avanti in parallelo senza che lo sviluppo di una influisca sull'altra e quando succede, è come se si scordassero cos'era successo prima.
Ne è un esempio il momento in cui Max, il babysitter degli arcangeli, ha una conversazione con Eleanor in cui la avvisa che nel momento in cui deciderà di stare con Uriel sarà per sempre quindi è il caso che faccia chiarezza sui suoi sentimenti: le piace la sua anima gemella o Samael? Discorso che avrebbe avuto anche senso se non fosse arrivato al 90% del libro, dopo che Ellie e Uriel non hanno fatto altro che cercarsi, dire di voler stare insieme e andare a letto insieme. Si rimescolano le carte in tavola, dicendo che Uriel non ha scelta se non amare Ellie, mentre Ellie è dotata di libero arbitrio. Peccato che fino ad ora non fosse così, addirittura la ragazza ha affermato di aver capito come mai non avesse sentito la mancanza di una vita sessuale: non aveva mai incontrato Uriel, ergo non aveva mai desiderato nessuno davvero. Più il non indifferente fatto che Uriel non le permetterebbe di andare via (detto dal narratore, non mia speculazione).
Bel libero arbitrio del cavolo.
Poi c'è Samael, l'uomo più romantico del mondo, a cui basta che una delle cherubine stia con lui, non importa quale, e lo dice a Ellie. La grande minaccia per una coppia destinata da Dio in persona. Evvai, uno di quegli pseudo-triangoli inesistenti perchè lei ha già ribadito decine di volte che ha scelto, sulla falsa riga di Bella-Edward-Jacob.

Ma scusate, forse volete sapere cosa sono i Leviatani, no, gli Adariani. Sono il primo tentativo di creare angeli del Vecchio. Poi però si è accorto di averli fatti troppo potenti, quindi li ha buttati sulla Terra (che è un po' un secchio della spazzatura). Insomma, Dio in Supernatural è un menefreghista ma almeno i Leviatani li ha rinchiusi da qualche parte. E fidatevi che se siete peggio del Dio di Supernatural vi conviene farvi qualche domanda sulle vostre competenze divine. E darvi qualche risposta,
Questi tizi hanno un piano geniale, che inizia e finisce con la loro incapacità di comprendere il corretto funzionamento della genetica: nella lotteria di super-poteri non hanno vinto nulla di medico. Ellie invece è principalmente un chierico da gioco di ruolo e questo è il piano: "Il generale aveva pianificato di portarsela a letto - e di permettere ai suoi uomini di fare lo stesso - con la speranza che Eleanore passasse loro il gene che veicolava quel potere".
Geni, una malattia sessualmente trasmissibile.

Mi fermo qui con le mirabolanti avventure di questo branco di idioti, e passo ad alcune cose in ordine sparso: iniziamo con LA PEGGIOR SCENA DI SESSO DI SEMPRE. Che quando 50 Sfumature fa scene di sesso meglio di te devi solo andare nell'angolo a vergognarti. È una delle cose più creepy  che abbia mai letto, in cui fondamentalmente Uriel violenta Eleanor. Non credo di essere di mentalità ristretta, leggere per farsi un idea.
_ Eleanor gemette e gridò, cercando chiaramente di dare un senso a quel gesto improvviso, e provò ad alzarsi facendo leva su mani e ginocchia. Ma Uriel non gliene diede la possibilità. Piombò su di lei, spingendola sulla coperta e impedendole di muoversi.
_ "Non opporre resistenza" le sussurrò all'orecchio, facendole allungare le braccia sopra la testa e bloccandole i polsi contro il materasso. "Sottomettiti e lascia fare a me."
_ Desiderava la sua cherubina ed era pronto a tutto pur di sottomettere la sua volontà.
_ Le avrebbe trasmesso il piacere che provava lui stesso.
_ Eleanore gridò, indubbiamente poco abituata a essere svestita. Uriel si chinò per riderle nell'orecchio.
_ Ellie era ormai completamente in balia di Uriel e saperla cosciente della sua impotenza gli fece pulsare il membro.
_ "Ti prenderò forte e veloce" le promise. "Perchè sei mia, Ellie" ringhiò. "E lo sarai per sempre."
_ La penetrò senza pietà, più e più volte, sempre con la stessa brutalità. 


La scena d'amore, signori e signore.
Dovrebbe essere ok perchè lei raggiunge l'orgasmo. Personalmente ero molto, molto, molto, molto a disagio.

Eleanor e l'alimentazione sana: la ragazza va avanti a barrette energetiche, e ad un certo punto trova un banchetto con pietanze che vanno da fragole ricoperte di cioccolata a cracker al formaggio (?).
Più la romantica cena a base di minestrone, piatto unico.

L'alta moda: Eleanor deve andare ad un evento con Uriel, e serve un vestito da red carpet. Lo trovano, ma Ellie è confusa: "Per nessun motivo al mondo si sarebbe provata quel vestito né tantomeno l'avrebbe comprato. Probabilmente era l'abito più bello che avesse mai visto in vita sua". Ma come sarà questo capolavoro della sartoria? Innanzitutto è "del colore del sangue, acceso e seducente". Quello che tutte le persone normali pensano vedendo del sangue: che colore seducente. Poi "le calzava come una seconda pelle, lasciando intuire chiaramente che la cherubina non indossava niente sotto". La sorella che ha studiato moda mi conferma che se possono farti una visita ginecologica l'abito non è molto elegante. E suppongo che gliela possano fare, visto che ha pure lo spacco laterale. Ha anche i guanti lunghi, rossi.
Come saranno le scarpe? "I suoi piedi erano avvolti in un paio di scarpe argentate e dai tacchi alti, astututamente e finemente disegnate per ricordare la schiavitù e le restrizioni".
Complimenti, hai appena fallito nel descrivere una scarpa.
In definitiva il look è: abito rosso con spacco da indossare senza biancheria, guanti lunghi rossi, borsa non pervenuta e scarpe argentate che ricordano la schiavitù.
Eleanor chiede come sta, per me le basterebbe andare sulla strada e sentire quanto le offrono, ma ottiene una risposta criptica: "Faresti salpare mille navi".

Vengono nominate le Parche, come esseri più potenti del Vecchio. Okay.

La smetto qui, ma devo riconoscere al libro che ad un certo punto è riuscito a riassumere perfettamente il mio stato d'animo: non era dell'umore adatto per riflettere sulla creazione e sulle ragioni che si nascondevano dietro tutto ciò che era o non era successo in quel mondo assolutamente contraddittorio.

In sostanza, questo libro è una cagata pazzesca, oltre che una di quelle cose che sono molto più divertenti a parlarne che a leggerli davvero. La trama è stupida in tutto, così tanto che anche i personaggi risultano stupidi perchè non solo ne fanno parte ma la prendono sul serio. La storia d'amore è inquietante e sviluppata da cani, con Ellie che semplicemente accetta tutto quello che Uriel fa o dice. Le citazioni sono goffe nella migliore delle ipotesi e il loro unico intento è strizzare l'occhio al lettore, farci vedere che l'autrice è una di noi che ha letto e visto e probabilmente fangirlato. La scrittura è la cosa peggiore che mi sia mai capitata sotto gli occhi: libri scritti così non andrebbero pubblicati.
Francamente, non riesco a prendere sul serio un libro che si appoggia sulla premessa che Dio è stato così idiota da dare agli angeli desideri di vita di coppia ma senza la possibilità di avere una vita di coppia, e che loro non abbiano potuto trovare una soluzione da soli. E non capisco: se gli angeli sono fratelli perchè le cherubine non sono loro sorelle?
In definitiva tutti gli avvenimenti del libro si sarebbero evitati se i personaggi avessero capito una semplice cosa.










Parola: angelo

18 commenti:

  1. Kate, ti giuro: ti voglio bene.
    Questa recensione è epica e questo libro sembra così comico che credo cercherò di reperirlo in biblioteca.
    Devo smetterla di leggere il tuo blog. Poi finisco col voler leggere l'intera bibliografia di Terry Prachett perché lo idolatri e, al tempo stesso, col cercare The Selection di Keira Cass perché la tua recensione mi ha fatto morire.
    La mia sanità mentale ringrazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farlo, non è comico: è terribile D: è divertente solo parlarne, ma a leggerlo il cervello cerca di difendersi sviando in continuazione l'attenzione su qualsiasi altra cosa #_#
      Reperisci Terry Pratchett, aka l'uomo in grado di scrivere un libro epico sull'apertura di un ufficio postale (così epico che hanno anche fatto l'adattamento televisivo http://www.youtube.com/watch?v=o4VlX9cMEbw ) *-*

      Elimina
  2. "Sì" mentì. "Il minestrone era buono." Del resto, era vero.
    Questa frase dice tutto.
    E non dice niente.
    Insomma, era buono o no 'sto minestrone?
    Una recensione piena di spirito :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari si scoprirà nel seguito °-°

      Elimina
  3. Mi hai fatto morire dal ridere e mi hai convinto a stare alla larga dal libro... o da quel mucchietto di carta e cartoncino che si crede un libro. (Anche perché è proprio il tipo di libro che mi spingerebbe ad aprire la finestra e fargli fare un volo... ma per farlo adeguatamente dovrei prima trovare l'edificio adatto... stando al primo piano non sarebbe un volo degno di attenzione :P).
    I video che hai messo sono fantastici, soprattutto l'ultimo... ammetto che non conoscevo la canzone ma ora non riesco a smettere di canticchiarla!!!! (e ciò non è bene!!!).
    Comunque, complimenti per la recensione perché è meravigliosa!!!! *_____*

    P.S. io già sapevo che il mio gatto è una creatura demoniaca, ma è sempre bello trovarne conferma :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella canzone entra in testa e non esce più XD
      Il libro più che da volo dalla finestra è da camino, o da stufa, almeno così ha un'utilità pratica. E pensare che hanno abbattuto degli alberi per pubbicarlo ç_ç

      Elimina
    2. Poveri alberi!!!!! :( :( :(

      P.S. ho visto il trailer che hai linkato a Mel (sono curiosissima e se poi si tratta di Pratchett non posso resistere!!) e... wow!!!! *___________*

      Elimina
  4. O.o Ahahahah!!! Sono senza parole!
    Comunque, ho nominato il tuo blog in un premio! :)

    RispondiElimina
  5. Ti prego, pubblica un libro delle tue chicche!
    Sto morendo. Sto ridendo come un'indemoniata AHAHAHAHAHAHAAH!!

    Hai vinto tu ahahahahahahahahaha!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che la mia sofferenza abbia avuto conseguenze positive XD

      Elimina
  6. Mi è venuta voglia di cominciare a vedere "Supernatural"... e di leggermi "Angel Sanctuary", pensa! ;D Il libro in questione, invece, non lo conoscevo... e da adesso in poi, giuro: eviterò come la peste hi hi hi! :P La scena che hai riportato fa abbastanza accapponare la pelle, in più di un senso: da una parte il tentativo di spacciare una roba del genere per una scena "romantica" XD, dall'altra il fatto che, se il buongiorno si vede dal mattino (e sono convinta di sì) il libro è scritto in uno stile veramente, ma veramente pietoso, che mette quasi tristezza...ç_______ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sia Supernatural che Angel Santuary meritano di essere recuperati U_U

      Quella scena è romanticissima, guarda... ho saltato i punti dove lui la prende per la gola, o quando le tappa la bocca per non farla gridare. Più il mattino dopo lei che invece di scappare a gambe levate è lì come una deficiente a ragionare se è stata stuprata o meno... cioè, dai. Non è che sia questa grande esperienza se hai dubbi simili XD Anche perchè non è che si fossero messi d'accordo sui limiti da non superare, e per tutto il tempo viene messo in chiaro che a lui non gliene fregherebbe niente. Suppongo perchè a ama così tanto da non potersi controllare.
      Ugh.

      Elimina
  7. Mi è venuta voglia di leggerlo O_O Bella recensione, comunque XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non farlo! Per me è tardi ma voi salvatevi! XD

      Elimina
  8. :D:D:D:D:D
    Io lo avevo già letto e, proprio per questo mi sono rotolata dal ridere ancor di più.
    come sai io mi sono fatta fora e ho proseguito la serie.
    Forse sono un filo masochista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai una capacità di sopportazione al dolore più alta della tua XD
      Leggerò volentieri le tue recensioni per vedere se anche Samael troverà una fanciulla da spupazzare, o se morirà per redimersi XD

      Elimina
  9. Ahah una bellissima recensione/stroncatura! Le frasi che hai riportato mi hanno davvero fatto sorridere, ma credo che durante la lettura del libro mi avrebbero fatto imbestialire! A me è capitato qualcosa di simile, con un altro libro sugli angeli, L'angelo caduto... Che sia colpa di queste creature?!?!
    Scrittori/traduttori che non riescono a mantenere il senso compiuto di una frase con più di 5 parole non meritano il loro lavoro! Tsk!

    RispondiElimina