venerdì 13 novembre 2015

Akatsuki no Yona #18 e #19

È difficile essere il bambino nuovo della classe.

Capitolo 18: The Dragon's Claw & Capitolo 19: Here and There

Inserire un nuovo elemento in un gruppo che funziona può rivelarsi destabilizzante: l'aggiunta di Yoon è stata naturale perchè - anche se è lui che li tiene in vita - è il più piccolo e il più debole, ergo non ha mai minacciato Hak nel suo ruolo di Difensore di Yona. Con Kija le cose sono diverse ed ecco scattare quindi la lotta per decidere chi è il maschio alpha del gruppo: Hak non lascia un attimo di tregua al nuovo venuto, che vorrebbe rispondere ma non sa come fare.
Se Yoon se ne tiene saggiamente fuori (non importa chi farà la pipì intorno a Yona, lui è LA MAMMA), per la principessa è diverso e ad un certo punto interviene per porre fine alla cosa.
Yona: Hak! Questa è la prima volta che Kija esce dal suo villaggio e ora è molto insicuro, quindi lascialo stare!
Kija: Io non...
Yona: Kija! Fare il bullo è l'hobby di Hak, quindi ignoralo!
Hak: Hobby?
C'è da dire che a Kija le cose non stanno andando esattamente come aveva immaginato: essendo uno dei draghi della leggenda si considera uno scalino sopra Hak e Yoon, ma la realtà pura e semplice è che non è mai uscito dal suo villaggio e riesce solo ad intuire la direzione in cui si trovano gli altri draghi. Il suo tentativo di guidare il gruppo verso quello più vicino (tale Seiryuu) finisce malissimo: non solo Kija non ha idea di come ci si muova in un terreno accidentato, ma è anche assolutamente terrorizzato dagli insetti.
Insomma, che un gruppo di briganti scelga proprio questo momento per attaccare è provvidenziale: Kija (che ad onor del vero non ha capito molto bene cosa sta succedendo) può dimostrare che il viaggio per reclutarlo non è stato inutile.
E cavolo, ne è valsa decisamente la pena.
A quanto pare giusto eroi leggendari con poteri divini sono in grado di combattere alla pari con Hak, e per Kija è il momento di una piccola rivalsa.
Kija: Allora, Hak, devo seguire gli ordini della principessa e proteggere anche te?

Segue massacro, che i due ragazzi sfruttano per sfogare i nervi e per punzecchiarsi. Ed essere un pochino sconcertati da Kija, che pare leggermente in balia del suo potere... al punto che Hak gli fa notare che forse si sta divertendo un po' troppo.
Ma Yona? Beh, voleva partecipare per mettersi alla prova però Hak non le ha dato il permesso e l'ha mandata a nascodersi assieme a Yoon.
Ma la principessa e il piccolo genio sono adolescenti ribelli che vogliono fare la loro parte.
In sostanza Yona e Yoon riescono nella titanica impresa di tirare una freccia in due, disarmando un brigante.
A questo punto quelli ancora in piedi dei "nemici" hanno l'idea peggiore della giornata: prendere in ostaggio i due ragazzini per comprarsi la via di fuga, e potete immaginare quanto Hak e Kija reagiscano bene quando uno di quelli prova a mettere le mani addosso a Yona (che Yoon è seccatissimo perchè c'è stato un overreacting di proporzioni epiche).

Alla fine l'intoppo più che altro è stato un modo per movimentare il pomeriggio e far sì che Hak e Kija potessero legare un minimo grazie al nuovo rispetto che provano l'uno per l'altro.
Se si tralasciano due piccoli dettagli, ovviamente: il primo è che usare il potere a pieno regime lascia Kija senza forze. Il secondo è che combattere ha riaperto le ferite di Hak, che sviene.
Yoon decide quindi di dichiarare finita la giornata e cercare un posto dove passare la notte (all'aperto, con sommo panico di Kija).
E mentre si avviano il drago ha la possibilità di parlare un po' con Yona, e di esprimerle la sua ammirazione.
Kija: Principessa, anche se avete sempre vissuto all'interno del castello, siete forte.
Yona: Non sono neanche lontanamente forte.
Kija: Ma non eravate allarmata per i banditi.
Yona: Ovvio. I banditi non fanno paura. Per me, niente è più spaventoso di quanto accaduto quella notte.
Vedere la principessa così fragile, ma così determinata a non lasciarsi spezzare, porta Kija a chiedersi se vuole aiutare lei, piuttosto che l'ombra di Hiryuu.
Se il primo capitolo ci ha mostrato come l'integrazione di Kija non fili liscia come l'olio, il secondo capitolo mostra come sia lo stesso ragazzo a sentirsi fuori posto: impreparato ad un vero viaggio on the road, è praticamente al livello di Yona nei primi capitoli... e senza nessun alleato. Quando prova a dire qualcosa sul cibo raccolto alla meglio per strada l'unico commento che ottiene dalla principessa è che lei non può dire nulla - visto che non saprebbe fare di meglio - e che, ad ogni modo, Yoon cucina molto meglio di Hak.
Però c'è anche altro: il radar di Kija non è affatto preciso, e spetta quindi a Yoon cercare i luoghi dove sia possibile nascondere un villaggio. Con sei possibili mete e nessun modo per restringere il campo i nostri eroi sono quindi costretti a viaggiare in lungo e in largo salvo sentirsi sempre dire che no, Seiryuu non è lì. Quando Yona si fa male ad un piede (niente di serio, tranquilli, è solo un modo per mostrare quanto tutti siano completamente esausti) una cosa diventa chiara: Kija si sente profondamente inutile.
Mentre riflette sulla propria incapacità di aiutare il gruppo, e domandandosi se anche Seiryuu attende il loro sovrano, Kija scopre quello che scoprì Yoon qualche capitolo fa: Yona la notte si allena con l'arco.
Prima che possa interromperla, però, arriva Hak a spiegare come la principessa sia determinata a diventare più forte... anche se Kija non capisce perchè: in fin dei conti ha loro due, non le serve saper combattere.
Hak: La principessa non permetterà a sé stessa di rimanere impotente. Suo padre è stato ucciso, e ha dovuto fuggire dal castello: lo fa per sopravvivere in questo mondo. Si vergogna perchè, se fosse sola, non sarebbe in grado di fare nulla.

In definitiva nonostante Hak probabilmente preferisca la morte piuttosto che saperla in  un combattimento, non può non apprezzare il motivo per cui Yona si è messa su questa strada né la sua determinazione.
Ne segue che anche l'ammirazione di Kija non possa che salire - così come il suo desiderio di fare qualcosa di utile - ma è qui che capisce la motivazione di Yona: voler aiutare il gruppo, non voler essere un peso. Esattamente come lui.
Su un'altra nota: quando il giorno dopo la principessa lo rassicura sul fatto che nessuno può sostituirlo... credo che qualcuno si stia prendendo una cotta. Che stia per profilarsi un triangolo (o un quadrato, se vogliamo tenere ancora in gioco Soo-Won)?
Dite che dobbiamo preoccuparci?
Visto che ci siamo lasciati il momento emotivo alle spalle si può proseguire: studiando la mappa Yoon trova un altro possibile luogo in cui Seiryuu può nascondersi, precedentemente scartato perchè poco abitabile... ma ormai, eliminati tutti gli altri, per quanto improbabile è quantomeno possibile.
Si tratta di un'antica città scavata nella pietra.
E a quanto pare hanno fatto centro.

Anche questa è andata. Devo dire di aver apprezzato questa parentesi su Kija: gli ha dato modo di mettersi in pari con gli altri personaggi, e ho trovato azzeccatissimo il senso di inadeguatezza che ha provato per praticamente tutto il tempo. Con l'educazione che ha avuto era ovvio che non potesse essere all'altezza di Yoon quanto a supporto tecnico, e nel combattimento è alla pari con Hak.
Poverino, sentiva proprio di non spiccare in niente.
Ho apprezzato anche il parallelo con Yona, sul fatto che entrambi vogliano essere utili al gruppo, così come ho apprezzato che il punto fosse trovare il modo di esserlo: è ovvio che nessuno avrebbe mai messo in dubbio il loro diritto di rimanere parte della compagnia, ma è giusto (e interessante) che a loro non faccia piacere essere un peso.
Ho anche apprezzato vedere come le aspettative si siano scontrate con la realtà: Kija chiaramente si aspettava di avere una posizione privilegiata in quanto drago, mentre invece era 'quello in più'; ora la situazione sembra più stabile (anche perchè credo che ci abbiano messo un po' a trovare il villaggio di Seiryuu), ma ho apprezzato che sia stato dedicato del tempo al mutamento delle dinamiche di gruppo.

2 commenti:

  1. Sono successe un sacco di cose! O meglio, ci sono stati un sacco di sviluppi interessanti! :)
    E la gif degli aristogatti! *_* Quella è una delle mie scene preferite!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeva la pena sopportare l'inizio lento *_*

      Elimina