venerdì 1 marzo 2013

Chi non sottovaluta i bambini

"Scommetto che la signora Snapperly era sdentata e parlava da sola, vero?"
"Sì. Aveva un gatto ed era strabica. Dopo la scomparsa di Roland, andarono alla sua casetta, frugarono nella stufa, scavarono nel giardino, ammazzarono a sassate il suo vecchio gatto, buttarono lei fuori di casa, diedero fuoco a tutti i suoi libri. Per finire, le rasero a suolo la casa, e tutti dissero che quella era una vecchia strega."
[...]
"E poi che altro è successo?"
"Il Barone ordinò che nessuno avese più rapporti con lei. E che le streghe trovate nel paese fossero tutte legate e gettate nello stagno. Ehm... tu potresti essere in pericolo."
"Io so sciogliere i nodi con i denti, e ho conseguito un brevetto al College della Giovane di Quirm. Gli allenamenti di tuffo con i vestiti non sono stati tempo sprecato. Lasciamo indovinare cosa è successo alla signora Snapperly: ha tirato avanti per tutta l'estate finchè non è arrivato l'inverno ed è nevicato, dico bene? Rubava nei granai e probabilmente le donne le davano da mangiare di nascosto quando gli uomininon c'erano. I ragazzi più grandi, immagino, le tiravano contro oggetti di ogni sorta quando la vedevano."
"Come fai a sapere tutte queste cose?"
"Non ci vuole una grande immaginazione, credimi. E lei non era una strega, vero?"
"Credo che fosse semplicemente una signora anziana, dall'aspetto strano perchè senza denti, e che non tornava utile a nessuno."

Signore e signori, Terry Pratchett per bambini: dove un ragazzino scompare nel nulla, e una vecchia signora viene fatta morire di stenti perchè ritenuta colpevole a causa del suo aspetto.

1 commento: