mercoledì 2 luglio 2014

The 100

The 100, di Kass Morgan.

Questo è l'esempio di cosa nasce quando una persona che non vuole essere uno scrittore pubblica un libro: Kass Morgan non ama scrivere, non le piace creare una storia. Voleva solo essere pubblicata.
Lo dico con certezza perchè se una persona amasse la scrittura si vergognerebbe a dare in pasto al pubblico una roba del genere.
A volte mi chiedo come facciano certi autori a mancare così totalmente di pudore, nel voler accostare il proprio nome a scritti che dovrebbero stare in un cassetto, e poi essere riletti con la nostalgia e l'imbarazzo dell'adulto che rivede il sé stesso ragazzino.
Spoiler, spoiler e ancora spoiler (nessuno sulla serie televisiva: hanno in comune giusto i nomi e spesso nemmeno quelli).

In the future, humans live in citylike spaceships orbiting far above Earth's toxic atmosphere. No one knows when, or even if, the long-abandoned planet will be habitable again. But faced with dwindling resources and a growing populace, government leaders know they must reclaim their homeland...before it's too late.
Now, one hundred juvenile delinquents are being sent on a high-stakes mission to recolonize Earth. After a brutal crash landing, the teens arrive on a savagely beautiful planet they've only seen from space. Confronting the dangers of this rugged new world, they struggle to form a tentative community. But they're haunted by their past and uncertain about the future. To survive, they must learn to trust-and even love-again.


Avete presente la serie televisa? Ecco, scordatevela: se avevate dubbi che alla CW ci sia uno stagista costretto a leggere La Merda nella speranza di trovare un'idea vagamente passabile da poter comprare a pochi spiccioli, qui ne abbiamo la prova. La serie televisiva prende la premessa, i nomi dei personaggi, e mette in piedi una cosa non proprio di qualità ma che almeno rientra nei limiti della decenza.
Il libro, al contrario, non ha niente che funzioni: è un epic fail dopo l'altro per ambientazione, fantascienza, psicologia dei personaggi e comportamenti. Perfino il voto su Gooedreads è 3.45: certo, è un voto schifosamente alto data la qualità, ma considerando che gli YA e i NA tendono ad avere voti alti a prescindere (es. La Notte degli Angeli Caduti ha una media di 3.95, quasi quattro stelline) un 3.45 è un po' una miseria.

La storia si svolge nel futuro, quando gli umani - fuggiti nello spazio per via di una guerra nucleare - sono costretti a mandare cento detenuti adolescenti sulla Terra per vedere se è nuovamente abitabile. Noi seguiamo quattro punti di vista: Glass, nello spazio e la triade Bellamy-Clarke-Wells nel pianeta.
E iniziano i problemi. Non per loro, per noi.

Lo Stile
Glass hooked her fingers under one of the slats and pulled. Nothing happened. With a groan, she pulled again and felt the metal grate give. She yanked it open, revealing a dark, narrow tunnel full of ancient looking pipes.
Glass pulled herself onto the small ledge, then scooted along her stomach until there was room to bring her knees up to her chest. The metal felt cold against her burning skin. With her last milligram of strenght, she crept deeper into the tunnel and closed the vent behind her.
Analizziamo questa piccola scena: si capisce solo in linea generale cosa sta succedendo, e quello che sta succedendo non ha molto senso. Tanto per cominciare c'è la cazzata dell'adolescente sfinita in grado di scardinare una grata, come se fosse non dico possibile ma credibile. Poi c'è la pigrizia di mettere la fuga attraverso il condotto dell'aria condizionata, che è più o meno come mettere un fantasma che è un lenzuolo che vola. Tra l'altro la descrizione è così generica che potrebbe essere tutto da una scena di Terminator a un parcheggio sotterraneo.
Ma come fa Glass a salire? Si aiuta con una sporgenza materializzatasi per l'occasione (ma a quale altezza è? perchè non è facilissimo scardinare qualcosa stando sulle punte dei piedi... ) e poi ci striscia dentro. Si porta anche le ginocchia al petto, ma non capisco come ciò la possa aiutare a muoversi... la dinamica mi ricorda molto il meme sull'assurda posa di Mary Jane in una cover dell'Uomo Ragno. Glass si inoltra nel tunnel e rimette a posto la grata. A occhio direi che i due eventi sono invertiti, ma se il passaggio è così stretto che deve strisciare girarsi sarà difficile.
E la grata credo sia a terra. E quel 'pulled' lascia intendere che 'a terra' sia decisamente fuori portata.
E tutto l'insieme sembra suggerire che la Morgan non si è immaginata né la scena, né il corridoio, né il condotto, nè la grata.
Lo stile è questo, per tutto il libro. Non si capisce niente.

Abientazione
Passiamo alla costruzione dell'ambientazione: dopo che una non meglio specificata calamità ha reso la Terra inabitabile ("nuclear and biological war", intercambiabili proprio, eh), parte della popolazione si è spostata nelle colonie spaziali. Non è spiegato se siano state costruite apposta, come la gente ci sia arrivata, come funzionano (che mangiano?): sono solo lì, un agglomerato informe e nebuloso di porte, sale, ponti, magazzini e gli immancabili condotti dell'aria condizionata.
Non è una descrizione oppressiva di qualcosa che gli umani ormai considerano normale, e non pare neanche incapacità di descrivere un'ambiente: sembra che manchi proprio qualcosa da descrivere. Tu, lettore, non lo immagini perchè la Morgan per prima non l'ha immaginato: se condividi il nulla, hai il nulla. Non acquista valore perchè passa di mano.

Non si sa quanto tempo sia passato: è un generico "secoli", eppure sono presenti - dentro la base spaziale - interi compartimenti adibiti a discarica di quanto i primi coloni si portarono dietro. Come sia possibile trovare mucchi di roba inutilizzata in un posto dove "da secoli" vige una politica di riciclo totale non è dato saperlo, e non è nemmeno una cosa nominata e via: molti personaggi arrotondano vendendo quanto recuperano dalle discariche del passato. C'è una divisione di classe che a confronto quella di The Selection ha un senso: siamo su una base spaziale, con risorse limitate. Ognuno deve fare il suo. Eppure quelli del blocco principale sono aristocratici, decadenti... mentre gli altri fanno lavori orrendi, non hanno cibo e spesso neanche l'acqua. Avrei voluto dire che è Snowpiercer nello spazio, ma ho controllato: sono più o meno usciti insieme. In ogni caso Snowpiercer è l'adattamento di una graphic-novel francese del 1982 ma state tranquilli: dubito fortemente che Kass Morgan sappia che esiste, anche se la dice lunga sull'originalità dell'idea.
Torniamo alle divisioni di classe: principalmente noi vediamo I Ricchi: party chic, abiti alla moda e ricercati... l'atmosfera è quella di Gossip Girl. Ed è stupido.
Stai scrivendo un libro di fantascienza: non puoi farmi una critica alla divisione di classe e allo sfruttamento che non solo è così strombazzata da essere imbarazzante, ma che usa metri di paragone appartenenti ad un mondo che, all'interno del libro, non esiste più e non ha senso che esista.
I lettori non sono cretini, sono in grado di fare un parallelo tra un mondo fittizio e la realtà: se guardo Toward the Terra non penso che il messaggio sia 'uccidere i mutanti è sbagliato' ma che la discriminazione è sbagliata.

Ci sono altre Regole A Caso: con spazio fisico e risorse limitati, la politica del controllo delle nascite è severissima. Chi mette al mondo un figlio senza poterlo fare viene condannato a morte, e il piccolo affidato a delle case famiglia. Sarebbe logico pensare che ci sia una campagna di prevenzione, anticoncezionali e, soprattutto, aborto in caso di gravidanza indesiderata o illegale.
Invece no: il motivo per cui Glass è stata arrestata è che è rimasta incinta per sbaglio. Non voleva un figlio, è stato - letteralmente - un incidente.
Considerando che la ragazzina: 1_ non voleva il bambino; 2_ è minorenne; 3_ non l'ha fatto apposta; perchè il piano della madre (stra-ricca) è di tenerla nascosta fino al parto e poi boh? Quello che si capisce è che in una società dove è in rigore un controllo delle nascite feroce è impossibile interrompere una gravidanza. Spiegatemi voi che senso ha.

Ad ogni modo motivo scatenante di tutto è che la colonia non durerà a lungo e quindi si deve vedere se la Terra è di nuovo abitabile. A parte che non capisco perchè ci mandino ragazzini e non qualcuno che abbia delle possibilità di sopravvivere, tutti si peoccupano delle radiazioni ignorando completamente le armi batteriologiche: per quello che ne sanno potrebbe esserci un bel virus mortale con uno striscione di benvenuto. Ma nulla, la Morgan se n'è dimenticata.
I genitori di Clarke sono stati costretti a compiere non meglio precisati esperimenti sulle radiazioni - in pratica ammazzando bambini per... vedere quanto ci mettevano a morire? - e la cosa super LOL è che gli hanno dato un laboratorio privato in casa.
"It's just that it's dangerous to get near the radioactive materials," her mother called out from where she stood in front of the mirror, fixing her hair. "Especially without the proper equipement."
Avevano un laboratorio con dentro sostanze raioattive in casa. Avevano un laboratorio con dentro una decina di bambini moribondi in casa (e ne parlavano aggiustandosi i capelli allo specchio).
Ho visto una roba così imbecille solo nel film di Batman degli anni '60, con il distributore dell'acqua che manda sia acqua potabile che acqua pesante.

Oh, e la cometa: prima vista dallo spazio, poi dalla Terra.
A white line was rising over over the outline or the moon. Instead of fading away like most comets, it grew larger, the tail expanding as it blazed through space. [...] It was growing larger and larger, filling up the entire viewing space in the porthole, as if it were coming straight fot them. [...] The crowd's anxious murmurs bubbled into exclamations of astonishment as the comet swept up and above the ship in a blaze of fire.
The comet erupted across the sky, a streak of gold against the glittering silver, brightening everything around it, even the ground. [...] As the comet tail faded into blackness, Bellamy hurried back.
Non è una cometa, è una stella cadente. O un meteorite che cade in Russia.
Questa donna ha scritto un libro di fantascienza ambientato nello spazio senza sapere la differenza tra una cometa e una stella cadente. Anche senza voler fare una ricerca su wikipedia attingi alla memoria: ne è passata una nel 1997, è rimasta per giorni!

Già che ci siamo, come saranno messi i ragazzi nel pianeta madre? Sulla Terra fanno campeggio, se vi aspettate sviluppi alla Il Signore delle Mosche siete nel posto sbagliato: per qualche motivo Wells è il capo, mentre tale Graham è il suo opposto "politico". Bellamy si fa i cazzi suoi, tranne che è l'unico cacciatore e riesce a mantenere 100 persone andando a caccia part-time dopo aver imparato tutto leggendo (non vedo l'ora di diventare una campionessa di tennis grazie al supporto di un manuale!). Ci sono cose strane come un incendio in grado di radere al suolo l'intero campo dei ragazzi senza toccare la foresta.
Io
La Noia - aka il Romantic Plot Tumor + Personaggi
Yet for Clarke, watching the Chancellor get shot was less alarming than what she'd seen in the moments beforehand.
Wells was on the dropship.
Sono priorità: l'ex è molto più 'allarmante' di una sparatoria.

Uno dei più grossi problemi di questo libro è che vuole raccontare solo ed unicamente le storie d'amore, ma lo fa in modo così assurdo che risultano ridicole.
Sulla colonia abbiamo Glass e Luke, una coppia stile Romeo e Giulietta: non fanno niente, tranne cercare di rimettersi insieme perchè lei è sparita un anno prima (gravidanza + arresto), lui nel frattempo si è messo con la sua migliore amica.
Personalmente trovo che Luke sia uno stronzo: quando si trova di fronte a Glass, chiaramente fuggita di prigione e terrorizzata, fa l'offeso. Glass è rimasta incinta, l'hanno arrestata, il bambino è morto, l'hanno condannata e poi volevano spedirla sulla Terra radiattiva... ed è lui quello ferito.
Oh, you know, apart from being dumped by the girl I loved and then having my best friend executed for a bullshit infraction, I'd say not too bad.
Ma va' a cagare.
Non fanno altro che vedersi, sgranare gli occhi e fuggire piangendo, poi alla fine limonano e tutto si mette bene.
Almeno finchè non quarantenano la zona di Luke per risparmiare l'ossigeno accoppando parte dei Poveri (ma lasciando il condotto dell'aria condizionata aperto perchè a quanto pare nessuno sa com'è fatta la base), lei va con lui perchè vivere senza Luke non ha senso e io spero che muoiano entrambi.
La loro storia si mette in mezzo a quanto di interessante succede nello spazio (tipo gli intrighi politici, la base che sta per rompersi del tutto... ).

Sulla Terra abbiamo il triangolo: Wells, Clarke e Bellamy.
Clarke è la fanciulla contesa: bionda, occhi verdi, unico medico della situazione. I suoi genitori sono stati giustiziati perchè ha confidato a Wells la storia degli esperimenti radioattivi nello sgabuzzino e lui l'ha detto a suo padre. Lei non l'ha presa bene.
Bellamy è l'unico maggiorenne, si è imbucato alla festa con il piano più improvvisato della storia dei piani ed è lì per proteggere sua sorella Octavia. Per via del controllo delle nascite sono gli unici fratelli da "qualche secolo" a questa parte (a quanto pare i gemelli sono non pervenuti).
Wells è l'ex di Clarke, andato sulla Terra col preciso scopo di proteggerla. Figlio del Cancelliere, ha studiato lo sviluppo delle antiche civiltà, cosa che lo rende il più adatto a cercare di stabilizzare la situazione.
Purtroppo abbiamo le priorità più ridicole che abbia letto da... qualche secolo a questa parte: questi ragazzini sono interessati solo agli esponenti dell'altro sesso fregandosene altamente di essere in un luogo che potrebbe ucciderli. Non sono adolescenti, sono cani in calore.
Tutto passa in secondo piano: Bellamy ha sparato al padre di Wells ma a spezzare il cuore a Wells è che Bellamy ha limonato con Clarke.
Clarke un po' la rispetto perchè di base va con tutti e due fregandosene, ma non posso trovarla coerente quando passa due terzi della storia cercando di curare i feriti e poi decide di andarsene (lasciando tutti a morire) perchè ha litigato con Wells.
Bellamy scassa i maroni su quanto Octavia sia importante, poi dal nulla Clarke è importante quanto lei. Non c'è nessun perchè: la Morgan si scorda di mostrare i personaggi interagire, e come passare del tempo insieme modifichi i loro sentimenti: il risultato è che non c'è modo di immedesimarsi in loro, o capirli.
Octavia was the only person in the world who truly knew him. There was no one else he really cared about ever seeing again.
But the he glanced over at Clarke, who was leaning over to breathe in the scent of a bright pink flower, the sun catching the gold strands in ger hair, and suddendly he wasn't so sure.
Adorabili. Peccato si siano parlati due volte. Come può importarmene qualcosa quando, chiaramente, non importa neanche all'autrice?

Sfortunatamente posso parlare solo di questo, perchè nel libro c'è solo questo: non è neanche un intreccio amoroso complicato. Clarke va a passeggiare con Bellamy, e se lo limona. Poi va a passeggiare con Wells, e se lo limona. Poi litiga con Wells.
La tensione mi uccide.
Anche il momento di dramma e adrenalina è così stupido da tramutarsi in epic-fail: Octavia, che in casa-famiglia è diventata tossicomane, ha rubato le medicine. Bellamy lo scopre, la convince a restituirle e scatta la modalità linciaggio: Graham vuole giustiziarla (che sarebbe anche coerente con persone cresciute in un setting dove l'unica punizione è la morte), Bellamy si mette in mezzo e Wells riesce a mediare optando per l'esilio dei fratelli.
Sorry, what?
Punto primo, Bellamy non ha fatto niente: anche se non avrebbe mai lasciato la sorella, perchè condannarlo? Punto secondo, Bellamy è l'unico cacciatore. Senza di lui non mangiano. In effetti non solo dovrebbero impedirgli di andarsene, ma dovrebbero fare del loro meglio per cercare di non indispettirlo.
Le capacità di sopravvivenza sotto il livello neonatale si notano anche quando Clarke, incazzata con Wells, decide di andare via con loro: in pratica sono tutti d'accordo a perdere l'unico cacciatore e l'unico medico così, for the lolz. Non c'è discussione, non c'è patteggiamento, a nessuno frega niente... e questi non sono bambini. È gente a cui manca qualche mese per essere considerata legalmente adulta.

Magari è Wells che vuole uccidere tutti, e sarebbe possibile: vedete, questo ragazzo innamorato quando Clarke è stata arrestata ha deciso di fare qualsiasi cosa per salvarla, letteralmente. Origliando una conversazione del padre scopre che la base ha solo qualche anno d'ossigeno rimasto, per cui di lì ad un anno proveranno a mandare un gruppo di detenuti sulla Terra per valutare un possibile ritorno. Per Wells l'ovvio problema è che Clarke non ce la farà a rientrare nel piano, quindi disperde l'ossigeno in modo che rimangano pochi mesi e la fanciulla sia salvata (ossia impacchetata e spedita su un pianeta potenzialmente letale).
Gente è morta per colpa sua. Gente sta morendo per colpa sua. Migliaia di persone potrebbero morire per colpa sua.
Ma non importa, perchè l'ha fatto per amore. Tutti insieme: awww.

Finisco qui, prima di dover fare una recensione in due parti: questo libro fa schifo, è robaccia che dovrebbe stare nella sezione dedicata ai lavori originali di EFP o FanFiction.net, possibilmente passando inosservata.
Faccio un'appello agli amanti degli Young Adult che passano qui: prima di far partire una petizione per averlo in Italia guardate dentro voi stessi, e chiedetevi se volete davvero aiutare una saga la cui autrice è così incapace da non rendersi conto che la protagonista talmente bella che le occhiaie le donano è ridicola.
The skin under her eyes was bruised with exhaustion, but the purple shadows just made them look greener.

14 commenti:

  1. Oh sant o.o
    per fortuna io non lo avevo manco preso in considerazione! Altro che petizione, io me ne sto alla larga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene, non ne vale assolutamente la pena :(

      Elimina
  2. Adoro queste recensioni al fulmicotone.
    Grazie per lo sconsiglio.
    Ma poi... cos'è tutta sta fissa per il sesso????
    In The selection uguale.
    Nei distopici super futuristici l'unica cosa che veramente viene distrutta sono i contraccettivi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovo molto confusa questa demonizzazione del sesso O_O è come se ti dicessero che i tuoi desideri sono qualcosa di sbagliatissimo e se li assecondi prima di avere un anello al dito ti succederà qualcosa di orribile.
      Contraccettivi? Nella maggioranza degli YA l'unico contraccettivo è l'astinenza.

      Elimina
  3. Non lo conoscevo... Non capisco come certe schifezze riescano ad essere pubblicate e ad avere pure successo O_O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partono dal presupposto che se c'è una storia d'amore le giovani lettrici ignoreranno qualsiasi altra cosa. In questo libro la costruzione del mondo è una barzelletta che non fa ridere, ma nessuno dovrebbe norarlo perchè, hey, ci sono dei giovani innamorati.
      Vuoi mettere con la potenziale estinzione del genere umano?

      Elimina
  4. Wow, fantastica questa recensione XD Io avevo sentito parlare solo della serie tv, e non sapevo fosse tratto da un romanzo (che poi definirlo così, in base alle tue riflessioni, è un grandissimo complimento alla scrittrice, che scrittrice non è u.u). ne starò alla larga sicuramente, mentre la serie vorrei vederla...
    ps: adoro le gif che hai usato ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie tv è guardabile, il libro... alberi morti inutilmente.

      Elimina
  5. Avevo sentire parlare abbastanza bene del telefilm... Neanche io pensavo fosse tratto da un libro :/
    Le tue recensioni mi fanno sempre morire dal ridere :)
    Questi adolescenti non sembrano nemmeno essere tanto normali...
    Addirittura una petizione? O.o
    Beh... Io ho capito che vado a leggermi Il signore delle mosche che ho comprato proprio l'altro giorno e che è a differenza di The 100 un libro decente (almeno spero sia così anche per me) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il telefilm si limita a sfruttare meglio l'idea del libro (e a confronto del libro è 2001: Odissea nello Spazio). Cmq sono giusta alla conclusione che non sono adolescenti ma ormoni con una parrucca :/
      Sì, leggi Il Signore delle Mosche, che è un bel libro in assoluto, non limitato alla distopia u_u

      Elimina
  6. Quando pubblicano cose così sembra quasi una presa in giro xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sembra che prendano i lettori per scemi e pubblichino cose sempre più cretine nella speranza che nessuno guardi.

      Elimina
  7. La recensione è magnifica.
    Il libro non avevo idea che esistesse. Avevo semiquasiforse deciso di dare un'occhiata alla serie, ma niente di sicuro.
    Però ti voglio ringraziare.
    Grazie per questa recensione.
    Comunque, l'editoria americana dovrebbe darsi una calmata. Perché al momento è tipo: qual è la tendenza? Distopico? Trovatemi il peggio distopico, pubblichiamolo e facciamo sordi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie, dopo aver piazzato alcuni tra i primi due episodi più brutti di sempre, migliora e diventa - almeno per me - un onesto guilty pleasure che piazza anche delle belle scene. Non nego di essermi commossa in un'occasione, e sono stati furbi: hanno eliminato il romanticume inutile e focalizzato l'attenzione sulla sopravvivenza, sia sulla Terra che nello spazio.
      Ho l'impressione che l'editoria voglia la bassa qualità: non riesco a non pensare che il target di libri come questo non riguardi tanto l'età quanto il numero di libri letti. È spazzatura pensata per chi si sta avvicinando alla lettura e non ha ancora sviluppato un giudizio critico, e quindi assorbe tutto.

      Elimina