giovedì 28 aprile 2016

In my mailbox #17

Eccoci di ritorno con la rubrica sulle nuove entrate in libreria creata da Kristi The Story Siren, che su questo blog ha ormai perso qualsiasi parvenza di regolarità e viene pubblicata secondo la logica del "Ne ho presi abbastanza da giustificare un post".
Dico subito che la quantità di cartacei che ho comprato a questo giro è giustificata da Libraccio che ha scontato i remainders del 65%, col risultato che ho speso con la sensazione di risparmiare tantissimo.

Cartacei - Miracolosamente gli ho trovato posto

Hanno sete, di Robert McCammon. Stando alla sinossi è un libro di vampiri vecchio stile, e anche se non ho mai sentito parlare dell'autore la Gargoyle pubblicava (o pubblica? l'ho persa di vista e non so se è ancora in attività) roba bellina. Almeno quella che ho preso io. Che era Martin, in effetti.

Le porte dell'inferno si sono aperte, di John Connolly. Questo è uno di quei libri che non importa quanto legga la trama, continuo a non avere idea di che cosa dovrò aspettarmi. Però la cover è così carina che non ho saputo resistere.

Per l'amor di un dio, di Marie Philips. Questo ce l'avevo in WL da anni. Anni. Lo puntavo in e-book, poi con lo sconto costava molto meno di carta, ed eccolo qui.

Katherine, di Anya Seton. Romanzo storico con protagonista tale Katherine de Roet, che stando alla quarta di copertina e wikipedia ha avuto una vita decisamente interessante.

I cigni di Leonardo, di Karen Essex. Parla di Isabella e Beatrice d'Este.

La pietra delle visioni + Al crocevia dei mondi + Il re che fu e che sarà, di Kevin Crossley-Holland. Ovviamente roba di Artù.

La grotta di cristallo, di Mary Stewart. Primo di una serie che amo, di cui possiedo i volumi in edizioni diverse perchè era - ovviamente - fuori catalogo e ho dovuto cercarli su ebay e ai mercatini dell'usato. Ho voluto ricompensare la CE comprandolo (e gli farò un po' di pubblicità, visto che non si trova su amazon e su goodreads questa nuova edizione non c'è).

La misura della felicità, di Gabrielle Zevine. Anche questo è un titolo che avevo in WL da tempi immemori, poi mi sono trovata davanti l'edizione economica a tradimento.

E-Book - Ci sarà stato più contegno?

La prima cosa bella, di Bianca Marconero. Dopo Albion  (e dopo le recensioni entusiaste) non potevo lasciarmelo scappare.

La casa sulle sabbie mobili, di Carlton Mellick III. Non è esattamente il mio autore preferito (a volte è un po' troppo... troppo), però quando una sua opera mi piace, mi piace davvero. La trama di questo librino qui mi ha colpita moltissimo quindi sono più che fiduciosa.

Il patto, di Jodi Picoult. I libri di Jodi Picoult sono il mio più grande guilty plesure: non mi sono mai commossa leggendone uno (anche se nove volte su dieci parlano di bambini malati o moribondi o morti), ma ogni tanto ho voglia di immergermi nell'assurdo, assoluto melodramma che questa donna riesce a creare.

La signora di Wildfell Hall, di Anne Bronte. È sempre un buon giorno quando scopri che una delle sorelle Bronte ha scritto un libro che non hai.

Anne & Henry, di Dawn Ius. Un retelling della storia di Anna Bolena ed Enrico VIII ambientato ai giorni nostri in un liceo. Sì, avete letto bene, e no, non potevo non farlo.

18 commenti:

  1. Ciao! Quanti titoli interessanti. La misura della felicità l'ho amato molto, La signora di Wildfell Hall lo aspetto in economica, La grotta di cristallo m'ispira parecchio ed è in WL. Buone letture!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La signora di Wildfell Hall l'hanno messo in offerta sul kindle a meno di 2 €, e non c'è stata partita con nessuna altra edizione XD
      La Grotta di Cristallo io lo consiglio, e speriamo che pubblichino anche il resto della serie *-*

      Elimina
  2. La grotta di cristallo lo vorrei leggere anche io, mi ispira tantissimo... Purtroppo per problemi di schiena mi trovo meglio a leggere in ebook, ma non c'è :( Spero che in futuro la CE lo faccia uscire anche in questo formato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra che la CE non sia ferratissima sul digitale e simili: niente e-book, niente su Goodreads, niente su amazon... o ci sbatti contro in libreria, o non lo puoi avere D:
      Spero che i problemi alla schina si risolvano.

      Elimina
  3. Anch'io voglio leggere la grotta di cristallo, adoro tutto ciò che ha a che fare con re Artù!!! Quindi, molti anni fa lessi la trilogia di Holland e ricordo che mi piacque alquanto. (ma il mio romanzo arturiano preferito di tutti i tempi resta le nebbie di Avalon!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei la prima persona che riece a darmi un parere sulla trilogia di Holland XD l'ho presa perchè con lo sconto veniva circa 15 € tutta e le copertine sono fantastiche, ma ero un po' titubante XD
      Se devo essere onesta Le Nebbie di Avalon non è uno dei miei preferiti: troppo di parte su Ginevra, e la parte finale sembra un riassunto O_O

      Elimina
  4. Di questi ho letto solo La misura della felicità, che è carino ma mi aspettavo molto di più e La prima cosa bella che, invece, è molto bello e mi unisco a quelli che te lo hanno consigliato.
    Buone letture!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbasso le aspettative su La Misura della felicità, e le alzo su La prima cosa bella :)
      Grazie ^^

      Elimina
  5. Il libro di Anne Bronte è finito dritto dritto in WL, mentre Anne&Henry ha tutta l'aria di essere stato scritto appositamente per diventare il soggetto di una tua straordinaria recensione...XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato a resistere, ma non ho potuto XD

      Elimina
  6. Per l'amor di un dio l'ho preso pure io da pochissimoXD L'ho trovato al mercatino! Invece mi incuriosisce molto La grotta di cristallo, l'ho visto in libreria domenica e mi ha ispirato la copertina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nuova copertina de La grotta di cristallo piace molto anche e me :) l'unica cosa che non ho capito è perchè abbiano cambiato lo sfondo: è una delle cover originali https://d.gr-assets.com/books/1352836336l/12986865.jpg O_o

      Elimina
  7. Se tu che sei così appassionata di miti arturiani consigli i libri della Stewart, direi che seguirò l'istinto e ci darò un'occhiata :D

    E l'ultimo e-book... ho paura per te, sappilo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie della Stewart è molto lenta e riflessiva, soprattutto il primo volume che - per buona parte - narra l'infanzia di Merlino. Però nell'insieme la saga rende moltissimo, ed è uno dei miei retelling preferiti: l'ultimo libro (Il Giorno Fatale) è splendido.

      Anne & Henry mi darà o tante soddisfazioni o il colpo di grazia XD

      Elimina
  8. Ma quante meraviglie!!!!! *__*
    La misura della felicità, Per l'amor di un Dio e quello di Connolly ce li ho in wish list da parecchio e sto ochieggiando da un po' anche La grotta di cristallo. Sono curiosa di sapere cosa ne penserai di tutti, ma soprattutto di quello di Connolly! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cercherò di recensirli tutti, piano piano XD

      Elimina
  9. Ho preso anch'io 'La grotta di cristallo'... Hai ragione, ricompensiamo la Elliot con l' acquisto, così magari a breve ci ripropone anche gli altri della serie! :D
    Di McCammon ho finito di recente 'La via oscura', sempre pubblicato dalla Gargoyle:è horror allo stato puro, e ha un'impostazione senz'altro molto classica... Ricco di difetti, si capisce, ma mi ha dimostrato almeno che l'autore è bravino, non mi posso lamentare! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che La Grotta di Cristallo ti piaccia :D
      Mi rassicuri su McCannon, il suo è uno dei libri che ho preso a scatola chiusa :) spero che anche questo sia horror puro con una certa dose di talento ^-^

      Elimina