mercoledì 25 marzo 2015

Akatsuki no Yona #6


Dopo quattro capitoli di attonito shock è finalmente arrivato il momento della guarigione.

Capitolo 6: The Wind Tribe

Suonate le campane, uccidete il maiale grasso: finalmente siamo usciti dalla foresta, finalmente non siamo più nel mondo della depressione totale, finalmente abbiamo più di due personaggi in scena.
Capisco perchè l'anime ha ridotto a due episodi questi capitoli.


Il cambio d'atmosfera si avverte fin dalla prima pagina, quando Hak e Yona mettono piede a Fuuga e sono accolti da due sentinelle tranquillamente appisolate, e si conferma nella pagina seguente, che rientra a pieno regime nei 'siparietti comici stile manga'. Nella città c'è un bel clima di solidarietà e serenità, e Yona sembra sopraffatta dalle attenzioni delle persone (non hanno idea di chi sia, pensano sia l'amante o fidanzata di Hak) tant'è che sviene.
Una volta fuori dai giochi il peso morto si può parlare delle cose importanti: la notizia della morte di Il non è ancora arrivata, ma che qualcosa è successo l'hanno capito. Motivo: il vecchio Mundok è stato chiamato al castello per un'incontro urgente delle cinque tribù. Ciò, a Fuuga, è puzzato tantissimo perchè il loro rappresentate sarebbe Hak, che al castello ci vive (ma per ora pensano che abbia combinato un casino).

Politica
Abbiamo quindi una veloce spiegazione: il regno di Kouka è diviso in cinque regioni, ossia Fuoco, Acqua, Vento, Terra e Cielo (di cui fa parte la famiglia reale). I generali delle tribù coprono anche il ruolo di capi delle rispettive zone, e sotto la guida del Re collaborano per il bene del regno... in sostanza Westeros con cinque regni invece di sette. E meno territorio visto che c'hanno messo tre giorni a piedi a scappare (qui, comunque, la mappa).
Come è facile intuire all'incontro si discute di quanto avvenuto: i generali sono confusi ed allarmati alla notizia che non solo il re sia stato ucciso, ma anche che la principessa e la sua guardia del corpo siano spariti nel nulla... con tanto di frecciatine a Mundok, perchè gira voce che Hak abbia ucciso il re e poi rapito Yona.

Prima che la situazione degeneri arriva Soo-Won, pronto a raccontare la versione riveduta e corretta degli avvenimenti: Il è stato ucciso da una persona ignota, Yona ed Hak sono scomparsi nel nulla ma li stanno cercando, se venissero avvistati l'ordine è di avvisare il castello senza far loro del male, e nulla di quanto avvenuto deve uscire dalle mura per impedire che si scateni il caos e -  soprattutto - che i regni confinanti approfittino del delicatissimo momento per sferrare un attacco contro Kouka. Soo-Won è molto sveglio: non propone la propria incoronazione ma di concentrare le forze nella capitale in modo da poter fronteggiare eventuali problemi. E ha successo: i generali, infatti, non apprezzavano particolarmente la politica di Il, che consisteva nel cedere ai paesi confinanti territori in cambio della non aggressione... ma mi chiedo, allora, perchè dicessero che Il acconsentiva a tutto per evitare litigi: qui è chiaro che c'era un disaccordo, e che è rimasto fermo nelle sue decisioni (ancora convinta che Il avesse una sua agenda personale).
A lanciare l'idea di incoronare un nuovo sovrano è Kan Soo-Jin, e non essendo Yona presente Kye-Sook (che sembra l'incarnazione del consigliere stronzo) propone Soo-Won: in fin dei conti fa parte della famiglia reale, suo padre avrebbe dovuto essere il re... insomma, il ragazzo viene presentato come il prescelto e non posso non ammirare come abbia gestito la cosa. Non candidarsi era un modo semplice per allontanare i sospetti, ma prima ancora di questo ha dipinto una situazione in cui anche se Yona fosse stata presente sarebbe stata considerata inadatta al ruolo: un regno in declino, un sovrano assassinato, dei vicini aggressivi... e una sedicenne infantile, viziata e totalmente ignorante di politica al comando?
E infatti i generali sono tutti d'accordo; tranne Mundok, che sospetta qualcosa e prende tempo adducendo come scusa sia l'età avanzata che l'aver rinunciato al suo ruolo, e nuovamente la situazione rischia di degenerare.
Kye-Sook: Se non riconoscerete Lord Soo-Won come re, sospetteremo ancora di più che la Tribù del Vento stia organizzando una rivolta.

È Soo-Won a sdrammatizzare il tutto, prendendola con molta filosofia e chiedendo cosa gli farebbe cambiare idea. La risposta è semplice: il matrimonio con Yona.
È interessante l'espressione quasi nostalgica di Soo-Won: io sono convinta che il suo piano originale fosse "Re ufficialmente ucciso da Ignoto, matrimonio con Yona, tutti vincono (tranne Il, ma chi se ne frega)", e infatti non aveva calcolato la presenza di Yona nelle stanze del padre... ma il danno è fatto, e lui non è tipo da farsi spaventare da velate accuse.
Soo-Won: Se non avrò l'approvazione della Tribù del Vento non procederemo. Tuttavia, credo senza ombra di dubbio che me la darete fra tre giorni da adesso, Anziano Mundok. Per il bene degli abitanti di Fuuga.

Non c'è niente a nascondere la minaccia, solo fredda cortesia. E Mundok, prima di tornare a casa, può solo esprimere al ragazzo il suo dispiacere perchè l'aveva sempre considerato un nipote, al pari di Hak.
Una cosa devo dirla, però: qui si è visto come Soo-Won sia abile nel presentare gli eventi sotto la luce che gli fa più comodo, perciò mi piace pensare che quando insiste che non è necessario cercare Yona e Hak perchè tanto lui starà zitto per proteggerla... lo faccia perchè davvero non vuole ucciderli. Idea rafforzata dalla sua espressione mentre Mundok se ne va.

Sto cercando di odiarti
I riflettori si spostano di nuovo su Fuuga, dove Yona si sta riprendendo dalla fatica fisica del viaggio e viene raggiunta dall'adorabile Tae-Yeon, il fratellino adottivo di Hak. Le scene sono più leggere rispetto a quanto visto finora, con tanto di personaggi che shippano Yona ed Hak non importa cosa stiano facendo. L'unica nota "seria" è che Hak si è inventato una storia di copertura: la principessa si chiama Lena ed è una dama di corte 'in addestramento'.
Comunque Yona si sta riprendendo: non solo riesce a sorridere, ma recupera anche un po' del vecchio spirito quando Tae-Yeon le chiede informazioni del fratello, che conosce poco per via della sua posizione a palazzo.
Yona: Hak al castello... è... è maleducato. Ah, no... insensibile. Ha un brutto atteggiamento. Oh, e non è per niente carino.

Hak sembra quasi rimanerci male, non fosse che anche lui ha fatto esattamente la stessa cosa mentre Yona era incoscente e doveva spiegare chi fosse.
Donna: Ho sentito che sei una dama di corte. Sei stata cacciata dal castello perchè non sapevi cucinare, cucire, lavare o spazzare, fare il bucato, suonare uno strumento o danzare e sei stata mandata qui per imparare?

Dopo essere stata spedita fare il bucato al fiume, e raggiunta da Hak, tra i due c'è una piccola scintilla del trolling estremo con cui si dileggiavano al castello prima, e il ragazzo non può che essere felice di vederla tornare piano piano sé stessa.
Ma la serenità è di breve durata: una volta arrivati al fiume Hak e Yona scoprono che è completamente secco.

4 commenti:

  1. Evvai che la storia comincia a fare qualche progresso. Devo dire che mi piace questo villain non palesemente villain che sa quello che fa e lo fa bene. Cioè, lo devo odiare per contratto, ma non lo voglio vedere morto male ieri, mentre mi intriga vedere come se la giocherà e dove andrà a parare (soprattutto dato che non solo ha il coltello dalla parte del manico, ma pare pure davvero bravo in questi giochetti di politica....)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente: apprezzo molto il tipo di narrazione ma c'era veramente bisogno di andare a parare da qualche parte.
      Soo-Won mi attira proprio per questo motivo: non solo non sembra voler conquistare il trono for the evulz, ma pare mediamente competente. Vedremo come se la caverà nei fatti.

      Elimina
  2. Ohhh ma stanno succedendo un sacco di cose!!! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo una lunga messa in moto sta partendo *__*

      Elimina