venerdì 17 ottobre 2014

Blogger Love Project #4: My reading spot + re-reading


Quarta tappa del BLP, e si guarda più a fondo nelle nostre abitufini letterarie. Nello specifico: dove ci piace leggere?
Di primo acchito direi che leggo ovunque, ma ripensandoci no. Ci sono posti dove non mi piace leggere, tipo in auto (nausea); autubus e treni se sono seduta in senso contrario (di nuovo, nausea).
I miei posti preferiti sono tre: il mio letto, tutta sparanzata e con uno dei gatti piazzato sulle gambe o sullo stomaco (non fatevi ingannare: più che affettuosi sono gelosi di qualsiasi cosa possa mettersi tra loro e delle coccole che non vogliono ma potrebbero avere). La poltrona del salotto accatto alla lampada del tavolo, perfetta per rannicchiarsi - magari con una coperta in inverno - e avere un'ottimo appoggio per cibo/bevande. E altri libri, perchè quando mi metto a leggere mi porto dietro tutto quello che sto leggendo al momento.
Poi c'è lui, dove tutti leggiamo.


Comunque devo ammettere che questi luoghi non sono esattamente i più profiqui: viaggi in treno e sale d'attesa sono dove riesco a macinare centinaia di pagine in un'ora. Probabilmente perchè non ho niente che mi distragga.

Le riletture: ne sono sempre stata una grande sostenitrice. Del tipo che da bambina una volta finito un libro lo ricominciavo immediatamente: non lo chiudevo, tornavo a pagina uno. Un libro non era letto finchè non lo leggevo almeno due volte.
L'incipit di It lo imparai a memoria, a furia di rileggerlo.
Con gli anni sono andate a diminuire: la qualità della mia lettura è migliorata, sono diventata più brava nell'apprezzare varie sfumature 'alla prima'... ma sono convinta che i libri già letti siano come dei vecchi amici che è bello ritrovare. Sono storie che ho amato, personaggi che ho amato, stili che ho amato. Come faccio a lasciarli andare, senza mai riprenderli nella mia vita?
Un libro che non sento il bisogno di rileggere è un libro che, nell'insieme, non mi ha lasciato nulla.
Ovviamente i desideri e la vita non sono sempre conciliabili e tra gli obblighi, tra altre passioni, tra la vita sociale... il tempo per le riletture è andato a calare. Il blog, devo dire, gli ha quasi dato il colpo di grazia: con le sfide di lettura che spesso escludono libri già letti ho dovuto mettere da parte i miei vecchi amici per un indefinito 'dopo', quella fetta di futuro nebulosa che non arriva quasi mai: negli ultimi tempi sono riuscita a rileggere A Madness of Angels; The Strain - La Progenie; A Game of Thrones; A Clash of Kings.
Mentre mi piacerebbe lanciarmi in una rilettura generale di Mondo Disco in ordine di uscita (con recensioni annesse), dei vari retelling arturiani che abitano nella mia libreria, dei libri di Kate Griffin... ma per adesso l'unica cosa sicura è che a dicembre rileggerò Hogfather, come ogni dicembre.

4 commenti:

  1. Per quanto mi riguarda leggo principalmente la sera quando sono a letto o sul treno... Sembrerà strano, ma sono una delle poche persone al mondo che non riesce a leggere in bagno XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che so, sei una mosca bianca XD

      Elimina
  2. Dato che viaggi in treno mi capitano raramente leggo principalmente a letto! :)
    Come riesci a leggere con i gatti in giro? xD i miei iniziano a mordicchiare il libro e a dare zampate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei passano all'attacco attivo solo se sto usando il portatile: lo odiano e ne sono gelosissimi O_o

      Elimina